AGOVINO: “RESTARE ALLA CAVESE? MI FAREBBE PIACERE MA NON ESISTE UNA SOCIETA’ “

AGOVINO: “RESTARE ALLA CAVESE? MI FAREBBE PIACERE MA NON ESISTE UNA SOCIETA’ “

Mister Agovino ha guidato quest’anno la Cavese, con non poche difficoltà. Conquistato sul campo il 4° posto, ma i punti di penalizzazione hanno negato ai metelliani la possibilità dei play-off. Abbiamo intervistato l’ex trainer, tra gli altri, di Potenza e Terracina per fare il punto della situazione: “Quando fai 62 punti non puoi non essere soddisfatto. Farli a Cava quest’anno significa davvero tanto: siamo stati in autogestione per diversi mesi e, vi assicuro, non è stato facile. Le difficoltà nascono nel tenere sempre il gruppo motivato e coeso; ci siamo allenati sempre regolarmente ma tenere alta la concentrazione in queste situazioni è dura. Tengo a sottolineare, poi, la grande lealtà di una squadra che, a differenza di altre, non è stata avvicinata da certi personaggi nonostante, appunto, la difficile situazione economica: queste sono cose che non dico io, c’è un’inchiesta abbastanza chiara a riguardo. Futuro? Lo scorso anno avevo trovato l’accordo con la Torres per andare in Lega Pro, poi saltò tutto alla fine. Quest’anno non ho ancora ricevuto chiamate dal professionismo, ho avuto solo due contatti con squadre di Serie D e nei prossimi giorni mi incontrerò con dei dirigenti per valutare la cosa. Restare a Cava? E’ una grande piazza e potrebbe farmi piacere ma, al momento, non esiste una società”.

 Davide La Rocca
Categories: CALCIO, SERIE D

About Author