AGROPOLI, GELO TRA CERRUTI E RIGOLI. SARA’ ADDIO A FINE STAGIONE?

AGROPOLI, GELO TRA CERRUTI E RIGOLI. SARA’ ADDIO A FINE STAGIONE?

Sintonizzati su lunghezze d’onda completamente opposte il tecnico dell’Agropoli, Pino Rigoli ed il presidente della compagine cilentana, Domenico Cerruti. Quest’ultimo, a margine della gara contro il Rende disputata domenica scorsa mentre il mister ex Akragas, parlava a fine gara quasi come se avesse vinto ed elogiava i suoi ragazzi – si è detto «stranito ed amareggiato per una prestazione risultata tra le peggiori del girone di ritorno, nonostante si trattasse di una gara che era fondamentale vincere per riconquistare la seconda posizione». Cerruti, ormai da tre anni alla guida della società cilentana, ha da sempre dimostrato di essere una persona riflessiva ma anche schietta. E così nel commento domenicale a caldo aveva parlato del poco impegno dei ragazzi e aveva precisato che «qui non si tratta di spettanze, perché quelli sono impegni che abbiamo preso e come sempre manterremo». «Ci abbiamo messo il cuore – ha sottolineato–io, il direttore tecnico Francesco Magna e mi aspettavoche i ragazzi dessero il massimo. Forse oltre quello che hanno dato non se la sono sentiti di dare. La nostra squadra non ha nulla da invidiare alle altre e se le cose andavano come dovevano avremmo potuto anche lottare per la promozione». Cerruti nelle parole nasconde l’ambizione ancora una volta delusa di voler approdare in Lega Pro.  È il terzo tentativo fallito della squadra cilentana che l’anno scorso neppure aveva potuto accarezzare l’idea del salto in C per colpa dell’inarrivabile Savoia. Si era dovuta accontentare del terzo posto, che è stato il miglior piazzamento nella storia dei delfini. Ad inizio della stagione in corso Cerruti aveva detto: «Dobbiamo migliorare la posizione dello scorso anno e non mi piace la seconda posizione». Successivamente mister Rigoli aveva messo in chiaro i limiti dell’Agropoli: «La società vuole puntare sui giovani che devono crescere e poter sbagliare ma l’organico dell’Akragas è superiore».

Categories: SERIE D

About Author