AGROPOLI CON I NATIELLO E I SANTONICOLA NON SI VA LONTANO

AGROPOLI CON I NATIELLO E I SANTONICOLA NON SI VA LONTANO

NON BASTA IL BEL GIOCO E UN FUORICLASSE AUTENTICO COME GUADAGNO.LA SOCIETA’ DEVE INTERVENIRE SUL MERCATO,LA SQUADRA HA FATTO IL MASSIMO OLTRE NON PUO’ ANDARE

Eravamo stati buon profeti, ma ci voleva poco.In vantaggio di 2-0 sul San Vito Positano la squadra si è fatta raggiungere a pochi minuti dalla fine con una superficialità irritante.Il tecnico De Cesare durante la rifinitura di venerdì mattina ha cercato di tenere alta l’attenzione di un gruppo senza personalità che non riesce a recepire le direttive del suo allenatore .Per cui non basta il bel gioco o un autentico fuoriclasse under come Guadagno ci vuole altro e se non si interviene subito si rischia di vanificare il grande lavoro di Ciro De Cesare e a questo punto si farà un danno alla squadra e al tecnico stesso.Purtroppo nell’Agropoli ci sono over spacciati per under e bidoni fatti passare per buoni giocatori di categoria.Abbiamo citato nel titolo Natiello e Santonicola perchè sono solo i simboli di queste categorie ma ve ne sono più di uno di questi elementi frutto di una campagna acquisti,a nostro avviso,fallimentare per il ruolo che doveva svolgere l’Agropoli in questo campionato.Lo abbiamo detto sempre dal primo giorno.Nessun processo l’Agropoli ha fatto più punti di quanti ne dovrebbe avere solo perchè ha un allenatore bravo,non ci sono altre spiegazioni.Per cui se si parla di un obiettivo di centro alta classifica l’Agropoli sta facendo il massimo e bene.Se l’obiettivo è vincere il campionato in questo modo non si va lontano.Giocatori come Natiello(il suo unico sostenitore  è il padre che lo fa tesserare grazie alle sue amicizie,perchè non se lo è tenuto nella squadra di cui è l’allenatore?) o Santonocola tesserato solo perchè è un fedelissimo di Puglisi(scarso,irritante e con comportamenti anche discutibili contro gli under soprattutto di Agropoli e se se ne accorgono gli ultras gli fanno passare un brutto quarto d’ora) possono giocare al massimo in promozione cosa ci fanno nell’Agropoli?Non entriamo nel merito della partita di Scafati perchè riteniamo che l’Agropoli sia una squadra di centro classifica quindi il risultato è importante e il  un punto è guadagnato,erano due punti persi se era una squadra costruita per vincere e su questo invitiamo a riflettere la dirigenza,la proprietà e il ds.Da tempo stiamo parlando di 3 innesti importanti un attaccante,un centrocampista e un difensore over per cercare di dare una identità alla squadra.Non sempre può andare bene.Ora deve essere la società a gettare la maschera e a dire cosa si vuole fare,perchè per vincere si deve mettere mano al portafoglio e passare alla qualità annullata da raccomandazioni,favori e solite manfrine.Sergio Vessicchio

Categories: DILETTANTI, ECCELLENZA

About Author