AGROPOLI,BIG MALTRATTATI TOLEDO E D’ATTILIO FINISCONO AI MARGINI

AGROPOLI,BIG MALTRATTATI TOLEDO E D’ATTILIO FINISCONO AI MARGINI

Toledo e D’Attilio presi dall’Agropoli perchè dovevano far fare il salto di qualità alla squadra vengono utilizzati poco e niente e fin qui non hanno potuto dare il contributo necessario per garantire all’Agropoli di rimanere ai vertici della classifica con un distacco gestibile.Mandati in campo quasi sempre a gara iniziata mai sono venuti meno e quando Toledo ha forse sbagliato un tempo ad Amalfi(oltre all’espulsione di Nola) subito si è riversata su di lui la macchina del fango e messo in lista di sbarco.Un film già visto e rivisto anche nelle gestioni precedenti quelle criticate a ragione da De Cesare qualche settimana fa.Era capitato anche a Grillo e a Menza come era successo con Riccardo Ronca ricordate?I musicanti cambiano ma la musica è la stessa.Toledo dunque messo già in lista di svincolo per dicembre e sarebbe molto grave.Professionista affermato,serio e umile si è subito messo a disposizione del tecnico ma su di lui le solite frasi,”E’ lento,non va in condizione,è vecchio” solo perchè non gli si è data la possibilità e non ha potuto dare il suo contributo.E di Apicella cosa si dovrebbe dire che sta steccando ogni gara e da Castel San Giorgio in poi non ha azzeccato una sola partita e andrebbe, quanto meno, messo in discussione.Ma vogliono mandar via Toledo per salvare niente poco di meno che Maione giustificando le sue magre con il fatto che si tratterebbe di un esterno e invece tutti si sono accorti che si tratta di un acquisto sbagliato,non altezza e lo stesso ragazzo farebbe bene a chiedere di essere ceduto visto che tutto l’ambiente ormai lo ha delegittimato.Qui subentrerebbe il lato economico. Maione spostato nella rosa degli esterni al posto di Toledo e si risparmierebbe ma di certo difficilmente si vincerebbe.E se ne stanno accorgendo in difesa,quando si reclamava il difensore centrale all’inizio insieme a Pascuccio e invece la loro presunzione è talmente tale da volere andare avanti con due pur rispettabili ragazzini Giura e Hutsol i quali insieme costituiscono una difesa scadente ma uno dei due fatto giocare vicino ad un esperto si esalta,cresce e non fa danni.E poi D’Attilio un giocatore di quel livello in perfetta condizione non viene schierato perchè deve giocare Natiello scarso e mai in condizione.Oppure Santonicola esperto ma non in condizione,senza il passo della categoria.Ormai ai diretti interessati non chiediamo nemmeno più le motivazioni di tali contraddizioni perchè rispondono tutto il contrario di tutto pur di giustificare il loro operato che nel complesso è ancora da promuovere perchè la squadra non all’altezza si trova al primo posto ma indugiare nell’errore è poco rispettoso nei confronti di una città e forse addirittura di se stessi,perchè sbagliare è umano perseverare è diabolico,tre partite senza vincere per una capolista è un campanello d’allarme pericolosissimo .Si spera che si ravvedano e che lascino Toledo e D’Attilio in azzurro e lascino a casa la presunzione che purtroppo sta portando a mettere in discussione un primato meritato e sudato.Ora andrebbe difeso con i denti e con i giocatori di valore e di esperienza e invece si mettono in discussione giocatori come Toledo e D’Attilio.La speranza di tutti è di poter rivedere l’Agropoli di inizio stagione ma a quella condizione si ci arriva solo con l’umiltà da parte di tutti quanti.Sergio Vessicchio

Categories: DILETTANTI, ECCELLENZA

About Author