ALTAMURA PRIMATO ETICAMENTE FALSATO,RISCHIO RAPPRESAGLIE SU TUTTI I CAMPI

ALTAMURA PRIMATO ETICAMENTE FALSATO,RISCHIO RAPPRESAGLIE SU TUTTI I CAMPI

Raffaele Gambuzza e Giuseppe Gargiulo abbracciati in ospedale dopo lo scontro in alto i drammatici momenti durante la partita

Un primato eticamente molto discutibile quello dell’Altamura.Il 3 dicembre 2017 rimane una macchia nera nella storia del club per quello che è successo e per quanto poi è stato deciso.Parliamo di etica regola non scritta ma regina del senso sportivo.L’Altamura è prima in classifica forse sul campo anche meritatamente ma con 3 punti che sul campo non li ha certo meritati visto che gli sono stati assegnati a tavolino.Il 3 dicembre scorso durante la partita Altamura-Gravina derby della Murgia il giocatore Gargiulo del Gravina dopo uno scontro con Raffaele Gambuzza  durante l i gioco al 27′ del primo tempo sul risultato di 0-0.Giueppe Gargiulo giovane under ha la peggio e perde conoscenza la partita  (serie D, girone H),viene  sospesa dall’arbitro Riccardo Pelagatti, della sezione di Livorno perchè con il giocatore riverso a terra alcuni suoi compagni si sono sentiti male per come si presentava con gli occhi sbarrati,la bava dalla bocca e senza conoscenza,Attimi di panico,di paura che hanno scalfito l’equilibrio psicologico non solo dei giocatori del Gravina ma anche di molti dell’Altamura.La decisione dell’arbitro di sospendere la gara è maturata anche per questo e dopo aver sentito i due capitani concordi nel farla sospendere.Il ragazzo successivamente si è ripreso bene anche dopo le cure dell’ospedale tanto è vero che i due giocatori scontratosi hanno fatto anche una foto insieme proprio nell’ospedale.Tutti pensavano a questo punto alla ripetizione della partita tanto è vero anche giornali autorevoli come la Repubblica davano per scontata una ripetizione della gara e invece arriva la sorpresa arriva il 3-0 a tavolino contro il Gravina risulta che i giocatori hanno abbandonato il campo e lasciato solo quelli dell’Altamura.Per tutti si è trattato di una decisione falsa e non corrispondente a quanto era successo. Subito il comunicato del Gravina: “FBC Gravina, preso atto della decisione del Giudice Sportivo presso il Dipartimento Interregionale L.N.D. pubblicata sul comunicato ufficiale n. 67, lieta che il calciatore Giuseppe Gargiulo è fuori pericolo di vita, comunica che provvederà ad impugnare la predetta delibera, rifuggendo dall’idea che la doverosa decisione di non proseguire la gara in conseguenza del noto tragico evento possa comportare la sconfitta per 0-3. Ciò anche perché gli sportivi gravinesi e altamurani meritano di assistere al primo derby della Murgia in Serie D.Alla stessa maniera, la scrivente si mostra dispiaciuta del comportamento assunto dalla società TEAM ALTAMURA per la posizione assunta e fatta porre a referto, alla luce del fatto che dopo l’annuncio effettuato dallo speaker della sospensione della gara, tutto lasciava presagire ad un momento di vero fair-play, come dalla stessa società ospitante auspicato nei giorni precedenti la gara. Ma a quanto pare così non è stato”. Il Gravina aveva lasciato una nota scritta all’arbitro dove spiegava la decisione cosa che forse furbescamente non faceva l’Altamura nonostante gli accordi verbali tra i capitani e i giocatori in campo non riportate dall’arbitro che probabilmente si è limitato solo a riportare gli atti facendo venir meno la sua imponente figura istituzionale di giudice di gara la cui parola è un principio assoluto.Alla luce di questo con la sola dichiarazione scritta del Gravina visto l’art 53 comma 2 delle NOIF il giudice sportivo comminava  alla società Gravina la punizione sportiva della perdita della gara con il punteggio di 0-3.A questo punto vanno fatte le dovute considerazioni.In primis il comportamento dell’arbitro il quale se avesse scritto nel referto dell’accordo verbale dei giocatori delle due squadre sarebbe venuto meno il fumus iuris della sconfitta e l’ingannevole,a questo punto,dichiarazione scritta  in un momento di grande confusione e di preoccupazione fatta presentare al Gravina con la testa alle condizione del proprio tesserato non avrebbe avuto nessun valore per cui viene meno l’autorevolezza dell’isituzione arbitrale alla quale tutti compresa la stampa nazionale aveva dato un grande peso.La parola dell’arbitro riportata nel referto vale più di qualsiasi carta scritta per cui l’arbitro non doveva proprio accettare il documento del Gravina ma si doveva limitare a riportare quello che aveva visto sul campo e per questo motivo va fatto fare un supplemento di referto al direttore  di gara e decidere su quello.In secondo luogo l’Altamura dovrebbe,con una propria iniziativa, esporre i fatti come sono andati e mandarli al giudice sportivo.Questo nelle more del ricorso del Gravina.In questo modo l’Altamura salverebbe capri e cavoli con un gesto di fair play che verrebbe apprezzato a livello nazionale e avrebbe anche il potere di essere da lezione al mondo del calcio italiano solitamente poco incline al perbenismo etico.La furbata dell’Altamura sta infatti facendo il giro di tutte le tifoserie e i giocatori potrebbero avere seri problemi perchè ci potrebbero essere rappresaglie su tutti i campi dove va a giocare perchè quanto è successo ha toccato la suscettibilità dell’intero movimento e la partita di ritorno sarebbe ad altissimo rischio.Il primato dell’Altamura è eticamente falsato per questo la stessa Altamura deve provvedere a sistemare il tutto.Sergio Vessicchio

  

Categories: SERIE D

About Author