BATTIPAGLIESE SENZA PRESIDENTE, I TIFOSI INVOCANO PAGANO

BATTIPAGLIESE SENZA PRESIDENTE, I TIFOSI INVOCANO PAGANO

Pagano, sopra in foto con il direttore sportivo Franco Palo

Battipagliese nel caos e rischio fallimento alle porte. Il presidente Mario Pumpo ha rassegnato le proprie dimissioni rimettendo l’incarico per via dello stato di abbandono da parte della città verso la Battipagliese. L’ex numero uno del sodalizio di viale Barassi ha puntato il dito verso l’amministrazione comunale in special modo verso la sindaca Cecilia Francese rea di non aver mantenuto gli impegni presi oltre che all’imprenditoria locale e alla vecchia gestione societaria rappresentata dall’ex patron Mario Palmentieri uscito di scena nel mese di gennaio abbandonando la squadra. La situazione ad oggi diviene drammatica e le probabilità di scomparsa dalla geografia calcistica della Battipagliese sono altissime. Lo spettro dell’ennesimo fallimento incombe sulle zebrette e non lascia sogni tranquilli agli sportivi bianconeri che rivivono un incubo dopo la mancata iscrizione in serie D di tre anni fa. In città si respira pessimismo anche se i tifosi ancora una volta sperano in un riavvicinamento dell’imprenditore Carmine Pagano già presidente negli anni addietro. Pagano è un presidente amatissimo dalla piazza bianconera, l’unico dopo Pastena ad essere entrato nel cuore dei tifosi che sognano e sperano in un suo riavvicinamento. Le voci sono frequenti e si susseguono da tempo ma nonostante il desiderio di riabbracciare l’amatissimo presidente (l’unico dopo Pastena ad aver vinto un campionato con le zebrette) da parte di Pagano non giungono segnali di alcun tipo. Un silenzio assordante che non spazza via nè dubbi e nè i sogni di gloria dei sostenitori zebrati ma che tiene in sospeso una città intera che spera in un riavvicinamento alla Battipagliese per garantirne la sopravvivenza. Stefano Esposito

Categories: DILETTANTI, ECCELLENZA

About Author