BENEVENTO, BRINI E D’AGOSTINO GETTANO OMBRE SUL CAMPIONATO

BENEVENTO, BRINI E D’AGOSTINO GETTANO OMBRE SUL CAMPIONATO

Fanno clamore le dichiarazione del tecnico Fabio Brini e del centrocampista Gaetano D’Agostino al termine del match contro il Barletta pareggiato al 90′ dal solito Eusepi ancora sugli scudi. Di seguito le dichiarazioni dei due tesserati del Benevento.

BRINI: “Complimenti ai ragazzi, oggi era una partita difficile. Lo avevo detto e così è stato, anche dopo le polemiche della settimana. Conta solo il campo, la prestazione è stata importante anche se non è arrivata la vittoria. All’inizio eravamo un po’ troppo lunghi e loro avevano troppo campo. Poi ci siamo riorganizzati ed abbiamo fatto la partita, ma il loro gol ci ha complicato le cose. Ci siamo innervositi, ma la cosa fondamentale è crederci fino in fondo. I ragazzi lo hanno fatto e sono contento per questo. I nostri infortuni sono realtà, leggo delle altre squadre che mettono in risalto giocatori importanti che non hanno. A questo momento della stagione non serve lamentarsi, abbiamo questa rosa e dobbiamo tirare fuori sempre il massimo. Anche oggi abbiamo dovuto lottare non solo contro la squadra avversaria. Mi dispiace perché non sono cose normali e non mi stanno piacendo. Non riusciamo ad avere punizioni a favore perché ai nostri attaccanti viene fischiato sempre fallo contro, gli altri come cadono a terra invece lo hanno a favore. Le lamentele degli avversari stanno facendo effetto. L’ho detto già contro il Melfi, mi piacerebbe che chi vincerà il campionato lo facesse con grande onestà. Non avevamo la testa a Salerno, dimentichiamoci il girone d’andata perché le gare d’ora in avanti contano doppio per tutti. Non pensiamo che se qualche squadra ha problemi automaticamente verrà a Benevento a regalarci la partita. Sarà sempre come oggi, l’importante è che ci sia equilibrio da parte della categoria arbitrale. Non è pensabile vedere i giocatori con questa arrabbiatura a fine partita perché subiamo falli inesistenti e quando dovremmo averli a favore non ce li fischiano. Sono preoccupato di questo. Non è solo Eusepi a non essere tutelato, è una situazione in generale. Bisogna avere più convinzione e cattiveria. Il pareggio non condiziona in vista del derby, nello spogliatoio c’è rabbia e consapevolezza di poter far bene. Avevo dato due giorni di riposo ai ragazzi che hanno voluto ripartire lunedì, a dimostrazione del carattere di questa squadra. L’appoggio della gente ci fa piacere, è un pubblico eccezionale e la spinta per agguantare questa partita è venuta anche da loro”.

D’AGOSTINO: “Barletta e Melfi hanno perso con Lupa Roma e Salernitana senza oltrepassare la metà campo, qui sono venuti a fare la guerra. Mi puzza? Diciamo che mi auguro che facciano sempre così. Domenica guarderò la partita del Savoia con la speranza che possa fare una grande partita con la Salernitana. Andremo a Salerno con la consapevolezza di essere primi, ma il campionato in ogni caso non si deciderà sabato. Ci basta un solo giorno di riposo, vogliamo iniziare subito a respirare l’aria di questa partita. Siamo primi in classifica, evidentemente diamo fastidio a qualcuno”.

Categories: LEGA PRO

About Author