CACCAVALLO: “PERUGIA E SALERNITANA MI HANNO CONTATTATO”

CACCAVALLO: “PERUGIA E SALERNITANA MI HANNO CONTATTATO”

Ieri è terminato il campionato della Salernitana che ha conseguito la salvezza attraverso i playout ai danni del Lanciano. Non sono ancora passate 24 ore che già ci sono le prime voci di mercato che vorrebbero l’attaccante della Paganese, Giuseppe Caccavallo, possibile nuovo acquisto di Perugia o Salernitana, ecco la sua intervista rilasciata a Tuttomercatoweb.com:

“La Paganese ha avuto un po’ di difficoltà solo in avvio, perché era partita in ritiro in ritardo, però ha completato un’ottima squadra, era partita abbastanza bene, per questo ha raggiunto la salvezza anticipata. Ho rescisso perché ci sono varie squadre sia di primo livello di Lega Pro sia di Serie B che mi hanno contattato, quindi è stato deciso di comune accordo con la società e il mio procuratore. Stiamo valutando. Mi piacerebbe giocare in B, ma potrei valutare anche la possibilità di una Lega Pro a vincere”.

Ieri si è parlato anche della sua possibilità di passare nelle file della Salernitana in Serie B, che cosa c’è di vero?
“E’ vero, ho avuto contatti con la Salernitana, adesso bisogna solo prendere delle decisioni e valutare tutte le offerte che mi sono pervenute”.

Altre società a cui è stato accostato sono Perugia, Lecce e Cremonese.
“Sì, per quanto riguarda il Perugia, sono il primo giocatore che mister Bucchi vorrebbe lì. Vedremo la prossima settimana che cosa succederà. Riguardo al Lecce, sono cresciuto nel settore giovanile, ho giocato nella gestione Zeman e sono anche tifoso del Lecce, quindi sarei contento. Mi ha chiamato anche la Cremonese, mi ha contattato anche il Matera, ma mi sono preso tempo per fare le valutazioni del caso”.

Che cosa resta dell’esperienza zemaniana a Lecce?
“Mi resta tanto, perché il mister è uno che parla poco e insegna molto ai giovani. Avevo appena diciotto anni, adesso sono più maturo e certamente il mister a livello di attacco fa esplodere tantissimi giovani”.

Chi approderà in B tra Pisa e Foggia?
“Il Pisa in questo momento è in vantaggio, ma il Foggia è ben allenato. Se la giocheranno alla pari”.

Lei è napoletano, che cosa si aspetta da Lorenzo Insigne e dall’Italia al Campionato d’Europa?
“Penso che l’Italia non parta come favorita, e che Insigne è come ruolo un esterno d’attacco, mentre Conte gioca con un 3-5-2 e il giocatore dovrebbe fare la seconda punta. Spero che l’Italia capisca il vero ruolo di Insigne, perché nel suo ruolo fa la differenza e può fare male alle difese avversarie”.

Categories: CALCIOMERCATO, SERIE B, SERIE C

About Author