CALCISCOMMESSE CHIESTI 104 RINVII A GIUDIZIO C’E’ ANCHE CONTE

CALCISCOMMESSE CHIESTI 104 RINVII A GIUDIZIO C’E’ ANCHE CONTE

Ct della nazionale accusato di frode sportiva in relazione solo alla partita AlbinoLeffe-Siena. Pm: “Violò gli obblighi dell’allenatore”. Chiesto giudizio anche per Colantuono

La Procura di Cremona ha chiesto il rinvio a giudizio per 104 indagati nell’inchiesta sul Calcioscommesse. Tra questi anche il ct della Nazionale Antonio Conte con l’accusa di frode sportiva in relazione solo alla partita AlbinoLeffe-Siena. Per quanto riguarda Novara-Siena il procuratore Roberto di Martino ha chiesto l’archiviazione, cosi’ come per l’originaria accusa di associazione a delinquere. Accusa che rimane per Cristiano Doni, Beppe Signori ed altri. Per altri dieci indagati, per lo più stranieri, la richiesta di rinvio a giudizio interverrà tra alcuni giorni.Nella richiesta di rinvio a giudizio del ct della nazionale, Antonio Conte, si fa riferimento a degli accordi sottoscritti tra allenatori Federcalcio in cui è previsto che l’allenatore debba “salvaguardare la condotta morale dei calciatori”. Obbligo dell’allenatore è anche quello di sorvegliare affinchè i calciatori mantengano “una condotta consona ai principi di lealtà e probità”. La partita contestata nella richiesta di rinvio a giudizio è Albino Leffe-Siena, mentre è stata chiesta l’archiviazione per l’incontro Novara-Siena.Il procuratore di Cremona Roberto di Martino ha chiesto il rinvio a giudizio con l’accusa di frode sportiva per l’ex tecnico dell’Atalanta Stefano Colantuono nell’ambito dell’inchiesta sul Calcioscommesse. Al tecnico è contestata la presunta combine di Crotone-Atalanta del 2012-

Categories: CALCIO

About Author