COSTANTINO ATTACCA GUARRACINO: “VIA DA SORRENTO PER COLPA SUA, ANCHE GLI ALTRI CHE SONO ANDATI VIA LA PENSANO COME ME”

COSTANTINO ATTACCA GUARRACINO: “VIA DA SORRENTO PER COLPA SUA, ANCHE GLI ALTRI CHE SONO ANDATI VIA LA PENSANO COME ME”

Ritorno alla base per il centrocampista Stefano Costantino che nelle ultime ore ha fatto ritorno al Savoia di patron Mazzamauro dove ritroverà Mr. Squillante oltre ai suoi ex compagni di squadra. Costantino è un calciatore fortissimo, un lusso per la categoria, un calciatore che qualsiasi squadra vorrebbe avere in rosa anche a costo di pagarlo a peso d’oro, peccato che il Sorrento abbia perso uno dei top player più forti della categoria per via del suo allenatore tal Antonio Guarracino che da anni si rende protagonista con i suoi show vergognosi ed antisportivi meritevoli di daspo. Guarracino sta distruggendo il Sorrento e il fuggi fuggi generale è una conseguenza della presenza di questo personaggio che da anni continua ad “esibirsi” sui campi della Campania e quest’anno anche fuori regione. Le dichiarazioni rilasciate da Costantino ai colleghi di sportcampania sono eloquenti e confermano in toto quanto denunciamo da tempo noi di Calciogoal.it su Guarracino e i suoi modi di fare: “Sono andato via da Sorrento per qualche incomprensione con l’allenatore, nulla di piùIncomprensioni figlie di un atteggiamento che non ho più sopportato, come me anche altri calciatori che sono andati via la pensano come me. Lascio un gruppo di ragazzi davvero fantastico. Nello spogliatoio c’era davvero un gruppo di ragazzi dal valore umano molto importanti, sono ragazzi speciali. Ringrazio loro e la società del Sorrento che mi ha dato la possibilità di mettermi in mostra in questi mesi. Credo dal canto mio di aver ripagato la loro fiducia con le prestazione, qualche gol e assist che ho fatto e che hanno portato dei punti importanti. Ringrazio anche i tifosi del Sorrento. Ora, però devo guardare avanti“.
Le dichiarazioni di Costantino non ci lasciano sorpresi, da anni Guarracino continua con i suoi modi di fare a insultare e minacciare tutto e tutti (compreso e sopratutto i suoi calciatori), ci si interroga perchè nessuno prenda provvedimenti verso questo personaggio che macchia i veri principi dello sport e della società civile. Una persona che insulta e minaccia avversari e propri calciatori, che all’interno di impianti sportivi istiga alla violenza provocando e portandosi le mani ai genitali, che ai microfoni dei media e della carta stampata parla in dialetto stretto e con toni faziosi e violenti non ci stancheremo mai di dirlo va DASPATO SUBITO! Il calcio non ha bisogno di personaggi del genere che rovinano uno degli sport più belli al mondo e sopratutto Sorrento non merita di essere rappresentata da una persona del genere, e se lo dicono gli stessi giocatori del Sorrento un motivo ci sarà. Antonio Lucibello

 

(ph mondorossoblù)

Categories: SERIE D

About Author