D’EBOLI PORTA DI NAPOLI A PAGANI MA IL PRESIDENTE FRENA PER IL CALCIOSCOMMESSE

D’EBOLI PORTA DI NAPOLI A PAGANI MA IL PRESIDENTE FRENA PER IL CALCIOSCOMMESSE

Arturo Di Napoli e la Paganese? Si puo’ fare.  Il talentuoso attaccante ex bandiera del Messina e della Salernitana sarebbe pronto a sbarcare nella città di Sant’Alfonso per sedersi sulla panchina della Paganese. Forte del legame con Angelo Fabiani e Cocchino D’Eboli, Di Napoli raccoglierebbe l’eredita’ pesantissima di Andrea Sottil, il tecnico che è riuscito nell’ impresa miracolosa di salvare la baracca in una stagione dai due volti per la squadra azzurrostellata.  Sottil raccolse la Paganese in fondo alla classifica nella scorsa stagione, dopo la gestione Cuoghi e riporto’ in alto con grinta e dedizione i colori azzurri conducendo un girone di andata su ottimi livelli. Da gennaio in poi, la società ha pero’ deciso per un cambio di rotta repentino, via i pezzi pregiati,Caccavallo, Herrera, De Liguori e Bernardo,” bisogna salvaguardare il bilancio”, dichiarava d’Eboli ed a Sottil è toccato lo spinoso compito di gestire la squadra fino alla fine con tutte le difficoltà del caso. Ci è riuscito il tecnico di Venaria Reale, nonostante tutto, a salvare la Paganese con una giornata di anticipo, ma non sarebbe bastato per assicurargli la riconferma sulla panchina azzurrostellata nonostante fosse stato acclamato a gran voce dai tifosi nell’ ultima gara di campionato disputata al Marcello Torre. Ripartire da Sottil per la Paganese avrebbe significato dare vita a qual famoso progetto, tante volte invocato a gran voce dallo stesso D’Eboli e dal Presidente Trapani, ma mai concretizzatosi nei fatti. Ed allora, via libera al nuovo che avanza che porta il nome e cognome di Arturo Di Napoli, tecnico giovane ed emergente che ha iniziato la sua carriera di allenatore il 14 luglio 2012 quando siede sulla panchina del Rieti, militante in Eccellenza laziale. Si dimette dall’incarico il 22 novembre successivo, a causa di contrasti con la società. Il 5 agosto 2013 si accorda con il Riccione, militante in Serie D, ma a dicembre rassegna le dimissioni a causa dello smantellamento della squadra dovuta ai problemi societari del club.La stagione successiva arriva il salto in Lega Pro: il 26 luglio 2014 diventa infatti l’allenatore del Savona, firmando un contratto annuale, ma il 18 dicembre dello stesso anno viene esonerato. Il 29 dicembre dello stesso anno firma per il Vittoriosa Stars, squadra che milita in First Division, la serie B maltese. Sulla candidatura, spontanea ma non troppo, di Arturo Di Napoli, contattato già da diverse settimane dal direttore D’Eboli che sta spingendo per il suo approdo a Pagani, ci sarebbe pero’ un’incognita pesantissima legata al presunto coinvolgimento dell’ ex Salernitana nell’inchiesta Dirty Soccer, sfociata lo scorso mese di maggio nei 50 arresti ed in un numero imprecisato di indagati. Ebbene, tra questi, figura anche il nome di Re Artu’, che sarebbe coinvolto relativamente alla sua esperienza sulla panchina del Savona e con particolare riferimento alla gara tra la squadra ligure e l’Aquila. I provvedimenti degli organi competenti, al di la’ della giustizia ordinaria, non sono ancora stati resi noti, Palazzi ne ha chiesto di “esemplari” . Bisognerà aspettare, quindi, ma se Di Napoli si accomodasse sulla panchina azzurrostellata, cosi’ come già verificatosi con lo squalificato Luca Fusco qualche anno fa che fece coppia con Vittorio Belotti alla guida della Paganese, che cosa accadrebbe???Angelo Petillo

 

Categories: CALCIO, CALCIOMERCATO, LEGA PRO

About Author