E’ SQUITIERI IL DIRETTORE SPORTIVO PIU’ GIOVANE DELLA CAMPANIA

E’ SQUITIERI IL DIRETTORE SPORTIVO PIU’ GIOVANE DELLA CAMPANIA

Dalla serie B alla “creazione” di una squadra, un viaggio fra due ruoli agli antipodi del calcio durato meno di dieci anni che ora gli regala un record: essere il direttore sportivo più giovane della Campania. Il 18 aprile del 2009, Stefano Squitieri realizzò il sogno di tanti giovani salernitani. A neanche 19 anni, ancora da studente del liceo scientifico Severi, il difensore debuttò in serie B con la Salernitana (dopo aver esordito la stagione precedente in una gara di Coppa Italia di C contro il Martina), subentrando a Massimo Ganci nella sfida con l’Albinoleffe appena tre minuti dopo uno dei gol più belli realizzati allo stadio Arechi, quel pallonetto da centrocampo di Roberto Merino che ancora fa stropicciare gli occhi. Sembrava il grande trampolino per Squitieri che, però, nella sua carriera pescò tanti cartellini degli imprevisti senza vietargli di diventare uno dei centrali di maggiore affidamento del campionato di Eccellenza. Qualche mese fa, però, il destino gli si è messo di nuovo di traverso: «Non ho più cartilagine in un ginocchio», racconta il 28enne salernitano che si è visto costretto a dire basta con il calcio, dopo una finale playout persa con il San Vito Positano contro il Faiano. Squitieri, però, non si è perso d’animo. E pochi mesi dopo una delle decisioni più amare della sua vita è diventato il nuovo direttore sportivo della Virtus Avellino, formazione irpina militante proprio nel massimo torneo dilettantistico regionale. «Purtroppo e per fortuna, nella mia carriera ho avuto modo di vivere da dentro tutte le categorie, a partire dalla serie B. Sento di aver l’esperienza necessaria per svolgere questo ruolo al meglio», racconta Squitieri.

La Città

Categories: DILETTANTI, ECCELLENZA

About Author