EBOLITANA : UN VIAGGIO VERSO LA VITTORIA

EBOLITANA : UN VIAGGIO VERSO LA VITTORIA
   Un viaggio quello dell’Ebolitana targata Ramon Taglianetti che pochi hanno voluto affrontare insieme a lui , ma probabilmente non conoscevano la storia calcistica di questo allenatore , che quando ha rappresentato i colori della sua città non ha mai deluso , anzi …………. Taglianetti ad inizio stagione gode della stima profonda del presidente Reppuccia e degli ultras Ebolitani che vedono in lui un Totem , d’altra parte c’è non poca diffidenza da parte di alcuni soggetti a volte vicini alla società ed anche da parte di ex che non sono riusciti nemmeno ad avere il coraggio di esporsi in una annunciata stagione bagnata con la vittoria finale. Il viaggio dell’Ebolitana verso l’eccellenza passa attraverso il campionato di promozione Campana girone D , duro e ostico sotto tutti i punti di vista , dove oltre alla piu’ blasonata Ebolitana ci sono compagini degne di nota che hanno fame di rivalsa in un campionato che gli stà stretto . Tra le pretendenti c’è ancora la Rocchese che dopo l’ottimo campionato della passata stagione ha praticamente confermato in blocco la squadra ed effettuato solo qualche piccolo accorgimento , poi c’è la Calpazio che a detta di molti è stata la regina del calciomercato estivo con acquisti di valore superiore alla categoria , ancora la Giffonese che ha intenzione di fare benissimo e giocarsi le sue chance fino all’ultima giornata , ancora il Cilento S.Maria che puo’ vantare nelle file gente come Montano e Rodio , anche la Picciola allenata dal bravissimo Trezza . Mentre le altre avevano costruito e improntato gia una squadra l’Ebolitana si apprestava a fare i primi acquisti , Taglianetti ha le idee chiare e parte subito dalla colonna portante della squadra , comincia subito dalla difesa assemblando due centrali come Di Poto e Ayary che hanno le caratteristiche che lui vuole , poi a centrocampo acquista Giovanni Memoli e il duttile Montera che si completano come caratteristiche, in attacco un tandem che si assimila a meraviglia come Mangrella e Silva. Poi con qualche settimana di ritardo si aggregano il forte Messeri , il funambolico Marantino e il coriaceo Ferrara , che vanno ad integrare una rosa fatta anche da buoni under come Bisogno , Forlano , Chiella , Rinaldi ecc. tutto questo in ritardo rispetto agli altri . Gia vincente con la Real Ebolitana e con l’Eboli mare Taglianetti si appresta ad allenare una compagine Eburina in promozione per la 4 volta nella sua carriera di allenatore , lui come già detto si espone e dichiara che la vittoria è l’unico obiettivo che conosce quando rappresenta questi colori . Il percorso inizia fra mille difficolta’ e tanti scettici parlano dell’Ebolitana come un fuoco di paglia che si spegnerà con una fantomatica crisi societaria o con l’abbandono dei calciatori , ma questo non avviene e Ramon riesce a tenere tutti uniti in un ruolo che qualcuno ha definito quasi alla Ferguson . Arriva il mercato di dicembre l’Ebolitana è seconda ad una sola lunghezza dalla Giffonese e c’è l’abbandono di 2 calciatori importanti come Ayary e Sorriso , ma vengono subito ben rimpiazzati da Alessandro Marciano e in porta Danilo Gallone , ma in più la società piazza il colpo da 90 Claudio Tranfa . Il percorso che l’Ebolitana deve seguire è pieno di pericoli e insidie , ma I 21 goal del Bomber dei Bomber Giuseppe Mangrella , il goal vittoria di Messeri contro la Rocchese fuori casa , il goal vittoria di Tranfa a Buccino al 93° , le magistrali punizioni di Marciano contro Poseidon e Giffonese al 90° , le prestazioni sopra le righe di Silva e Ferrara , il goal del baby Chiella al 91° in quel di Battipaglia , e poi ancora le serpentine di Marantino e Forlano sulle fasce , senza disdegnare tutti quelli che fin ora hanno dato il loro contributo hanno permesso agli uomini scelti da Taglianetti di essere a 2 giornate dal termine con 4 lunghezze di vantaggio ad essere in procinto di raggiungere quel traguardo che solo in pochi avevano immaginato e in molti hanno sperato in una sbandata della squadra Eburina . Adesso manca davvero poco e in molti diranno che il risultato ha osservato i pronostici , ma vincere non è mai facile , perché l’ottimo campionato lo possono fare in molti , la salvezza la raggiungono in tanti , ma a vincere è sempre e solo una .

Categories: PROMOZIONE

About Author