EDITORIALE JUVENTUS OPERAZIONE DISTRUZIONE DI ALLEGRI TRA IL SILENZIO DEI SIMPATIZZANTI E QUELLO DELLA DIRIGENZA di Sergio Vessicchio

EDITORIALE JUVENTUS OPERAZIONE DISTRUZIONE DI ALLEGRI TRA IL SILENZIO DEI SIMPATIZZANTI E QUELLO DELLA DIRIGENZA di Sergio Vessicchio

L’operazione distruzione Juventus avviata da Allegri tocca in questi giorni l’apice. La questione Morata sollevata da Tuttosport e da noi anticipata molti giorni fa passa attraverso l’incompetenza di questo tecnico e sfocia proprio durante i giorni del riposo del campionato quando a Vinovo non ci sono giocatori perchè impegnati nelle loro nazionali.Già,vedere Vinovo vuoto ci si pone davanti ad un interrogativo molto inquietante,se questi giocatori sono in nazionale vuoi vedere che poi la rosa è tutt’altro che scarsa? 21 nazionali,16 in questi giorni via per gli impegni vuol dire che sono tutti di prima fascial(Pogba in senso assoluto è il miglior giocatore del mondo) e come mai si parla di una squadra mal costruita e senza la forza del passato?La spiegazione è chiara ed evidente l’allenatore è scadente incapace e pieno di bora. Certo la colpa è di chi continua a tenerlo seduto sulla panchina e non lo caccia subito.Allegri non fa l’allenatore,fa l’impiegato.Si limita al compitino da lavagna e in questo modo fa guai enormi.Uno dei grandi problemi storici della Juventus è che non ha tifosi capaci di incidere. Ha 14 milioni di simpatizzanti incapaci di reagire alla ingiusta serie B o ai pasticci di un intruso come Allegri. Uno stadio fatto di donne anziani e bambini(cosa molto bella) che sono li solo per chiedere autografi,farsi dei selfie e mettersi la sciarpa.Tutti zitti e fermi davanti all’operazione distruzione in atto da parte di Allegri. Forse una cosa la fanno,si sfogano su internet.L’autogoal clamoroso dei simpatizzanti della Juventus è quella di foraggiare i media anti Juventus quest’anno a nozze tra insulti,sfottò e roba varia e con un Boban che si prende gioco dei bianconeri e pagato con i soldi dei tifosi della Juventus.Non sfugga quest’anno la mancanza di polemiche,con la Juventus dietro nessuno alza la voce e per di più la polemica la fanno sul terzo goal di Empoli ininfluente per risultato e classifica.Un suicidio collettivo da parte dei simpatizzanti bianconeri.Allegri sta distruggendo una macchina perfetta,sta mettendo in condizioni giocatori di andare via,sta svalutando un patrimonio ma nessuno parla.E quindi ad Allegri non si può che augurare “buon distruzione della Juventus” per buona pace degli anti juventini e degli stessi juventini quest’ultimi assistono inermi senza fare un solo fischio. Anche questa è una colpa non poco.Sergio Vessicchio

Categories: EDITORIALE, SERIE A

About Author