ERCOLANESE, MAZZAMAURO: “DE FELICE PERSONA POCO EDUCATA, LUI NON E’ DEGNO DI INDOSSARE GIACCA E CRAVATTA”

ERCOLANESE, MAZZAMAURO: “DE FELICE PERSONA POCO EDUCATA, LUI NON E’ DEGNO DI INDOSSARE GIACCA E CRAVATTA”

Il presidente dell’Ercolanese Alfonso Mazzamauro ha rilasciato delle dichiarazioni in merito a quanto accaduto domenica in occasione della partita Gelbison-Ercolanese su una testata giornalistica locale a firma del giornalista Diego Conte. Abbiamo estrapolato quanto dichiarato dal patron del club vesuviano che parla a 360 gradi di quanto è successo: “La mente lucida è rimasta offuscata perchè ci sono giochi di potere che non riusciamo a capire. Abbiamo cinque punti in meno in classifica per due rigori inesistenti. La settimana scorsa ne abbiamo subito uno molto dubbio e contro la Gelbison era proprio inventato. Senza contare i quattro rigori che ci sono stati negati.”
Un fiume in piena, tanta delusione, rabbia e amarezza per l’esito di queste ultime giornate: “Un campionato a questi livelli costa tanto in termini economici. Faremo ricorso ma l’arbitro al massimo verrà squalificato ma nessuno ci restituirà i punti che ci sono stati tolti. Poi quando eravamo in area avversaria venivano buttati in campo alcuni palloni, almeno in tre occasioni e la gara non è mai stata sospesa.”
Poi l’accanimento ingiustificato del direttore di gara: “L’arbitro negli spogliatoi, prima della partita, aveva detto “in campo ve ne farò vedere delle belle”. Non comprendiamo il motivo di questa frase e di tale accanimento. Senza contare che non eravamo da soli, c’erano anche un finanziere e un poliziotto, membri della società. Poi abbiamo subito tantissime ammonizioni e mai un fallo a favore. Un arbitraggio a senso unico
Una dichiarazione che scotta. “Tempo fa dissi che siamo nati per stare lassù. Che eravamo pronti a rinforzare la squadra per vincere il campionato ma questa affermazione ha dato fastidio a molti“.
La squadra potrebbe ritirarsi dal campionato: “Al 70% ritireremo la squadra ma onoreremo i contratti con i giocatori sino a dicembre. In merito a ciò, i nostri tesserati vengono trattati al pari di giocatori di serie A. Quelli infortunati vengono visitati solo dai migliori primari sia privatamente che in ospedale. Siamo una delle poche società ad avere attrezzature adeguate. In caso di dubbi li mandiamo anche a Villa Stuart.”
La piazza vorrebbe che l’Ercolanese continuasse il suo percorso: “La tifoseria e l’amministrazione opteranno per farci continuare a giocare. Intanto la società preparerà un ricorso nei confronti dell’arbitro. Il risultato non cambierà comunque.”
Infine il presidente Mazzamauro dice la sua sul tecnico della Gelbison Severo De Felice: “Durante la partita si è rivolto alla nostra tifoseria, anche di donne e bambini, con diversi gestacci. Il calcio non è questo ma serve per educare. Senza contare che non mi hanno permesso di parlare poichè in sala stampa sono stato aggredito verbalmente da alcuni presenti. E il loro allenatore ha anche affermato che non conosceva quel signore in giacca e cravatta ma probabilmente lui non è neanche degno di indossarla. De Felice è una persona poco educata, da che mi posso ricordare era un secondo portiere e probabilmente cerca un riscatto nella vita calcistica che al momento non è arrivato. Poi, tornando da Vallo della Lucania, alcune persone hanno gettato uova e sputato sul nostro pullman. Questo a Ercolano non è mai successo.

Categories: SERIE D

About Author