FRANCAVILLA, CUPPARO: “NON SO SE SARO’ ANCORA IL PRESIDENTE DI QUESTA SQUADRA”

FRANCAVILLA, CUPPARO: “NON SO SE SARO’ ANCORA IL PRESIDENTE DI QUESTA SQUADRA”

Sorride a metà patron Cupparo nel post-partita di Francavilla-Gallipoli. Il suo Francavilla è salvo, ma la stagione è da dimenticare: in dieci anni di interregionale il campionato più magro di sempre, lo sa bene il presidente del sodalizio sinnico: “Abbiamo fatto un campionato che dir deludente è poco. Un playout sarebbe comunque stato troppo severo per noi. Come ho sempre detto, l’80% del demerito è nostro, ma molto è dipeso anche da una classe arbitrale veramente scarsa, che ha condizionato non poco il campionato. Siamo riusciti a raccogliere i punti necessari per raggiungere la salvezza diretta e questo salva in parte la stagione”. E sulla prossima stagione, il massimo dirigente sinnico non ha dubbi: “L’anno prossimo il Francavilla sarà sicuramente in serie D, non sapremo con chi e in che condizioni. Adesso ci godiamo questo momento, cerchiamo di raccogliere le idee e vediamo quello che si può fare. Personalmente non so se sarò ancora il presidente di questa squadra, dipenderà dalle condizioni e dal grado di partecipazione esterna, dell’intero territorio dell’area sud, cercando di trovare qualcuno di buona volontà che ci dia una mano non solo sotto il profilo economico, ma anche organizzativo”. Una stagione, quella rossoblu, costellata di alti e bassi, lo abbiamo ripetuto in più di un’occasione. Lo sanno bene tutti i protagonisti di questa travagliata stagione, a cominciare dal vice capitano della formazione rossoblu, Nicholas Nicolao: “Sicuramente dopo le sconfitte contro il Brindisi, San Severo, a Scafati ci davano tutti per spacciati. Questa squadra ha dimostrato grande valore umano e alla fine siamo riusciti a salvarci. Dedichiamo questa salvezza alla società, al presidente, allo staff, al mister e a tutta la comunità di Francavilla. Una dedica particolare ad Antonio Grimaldi, nostro fotografo e nostro primo tifoso, che oggi non è potuto essere della partita (dopo il malore accusato in settimana, ndr)”. “Tutti abbiamo avuto una stagione di alti e bassi. – ha continuato Nicolao – Però per com’è andata, soprattutto nel finale, abbiamo disputato un buon campionato. Purtroppo a livello di squadra ci si aspettava molto di più, ma quando si entra in un tunnel è difficile risalire e solo con la qualità siamo riusciti a uscirne fuori e a salvarci anche quest’anno”. Pressoché dello stesso avviso anche capitan Luigi Digiorgio: “Per come è andata è soddisfacente, anche se le aspettative erano altre. Ma ogni anno, ogni campionato è difficile, complicato, poi quest’anno ce lo siamo complicati noi. Però l’importante è il risultato finale: siamo salvi e siamo contenti”. Un bilancio sulla stagione a livello personale? “Un buon girone d’andata, il girone di ritorno così e così. Sicuramente si poteva fare meglio. Poi da me ci si aspetta sempre meglio”. “Sono deluso anch’io, però l’importante è che abbiamo raggiunto quest’obiettivo e va bene così”, ha concluso il capitano della formazione sinnica.

Massimo Poerio

Categories: SERIE D

About Author