GELBISON: VITTORIA DI RIGORE SOLO NEL FINALE, IL GIOCO LATITA DE FELICE OBBLIGATO A DARE DI PIU’

GELBISON: VITTORIA DI RIGORE SOLO NEL FINALE, IL GIOCO LATITA DE FELICE OBBLIGATO A DARE DI PIU’

Le Gelbison riesce a battere la neopromossa Cittanovese sudando le proverbiali sette camicie passando grazie a un calcio piazzato dagli undici metri calciato da capitan Manzillo a 10 minuti dalla fine. La squadra di De Felice ha sofferto sbloccando con non poche difficoltà il risultato battagliando con una Cittanovese giunta al “Morra” con ben 7 indisponibili a discapito di una Gelbison priva solo dello squalificato Passaro ma con un De Luca in più giunto in settimana dal mercato. Dopo la debacle interna contro il Troina la Cittanovese non era un avversario irresistibile ma la squadra di De Felice ha faticato non poco per portare a casa i 3 punti a dimostrazione del fatto che De Felice non è riuscito, almeno fino a questo momento, a dare un identità ben precisa e un gioco ai cilentani e dopo il passo falso di Acireale non si sono visti grossi passi in avanti si salva solo il risultato. La Gelbison e De Felice devono dare sicuramente di più nonostante un girone che a differenza di quello H è decisamente più abbordabile in ottica salvezza, e per fare ciò De Felice dovrà fin da subito mettere sulla strada giusta i cilentani che dopo il meraviglioso campionato dello scorso anno non possono sfigurare lottando per una semplice salvezza soffrendo in casa con una squadra neopromossa priva di numerosi titolari. A De Felice quindi il compito di onorare una storia e una maglia che da sempre è fiore all’occhiello e patrimonio dell’intero cilento che non può accontentarsi di una vittoria sofferta nel finale di gara. Stefano Esposito

Categories: SERIE D

About Author