GHOULAM SI FA MALE E IL NAPOLI SI SPEGNE: AL “SAN PAOLO” VINCE IL CITY 4-2

GHOULAM SI FA MALE E IL NAPOLI SI SPEGNE: AL “SAN PAOLO” VINCE IL CITY 4-2

Non sono bastati i cori incessanti dei tifosi del Napoli a permettere alla squadra di Sarri di vincere la partita contro un Manchester City alle strette per circa mezz’ora. Dopo essere passato in vantaggio, il Napoli non ha saputo gestire l’inaspettato infortunio di Ghoulam che ha praticamente spento il Napoli e caricato gli ospiti che alla fine si sono imposti 4-2. La partita comincia subito bene per il Napoli che domina il City con le pericolose incursioni di Hamsik, Mertens, ma soprattutto Insigne, uno dei calciatori più in forma del momento. Il Napoli passa in vantaggio al 21′ grazie alla marcatura di Insigne che batte Ederson dopo aver ricevuto da Mertens un assist di stile. Al 31′ Fauzi Ghoulam lascia il campo per infortunio, al suo posto entra Maggio che va a ricoprire la corsia destra, mentre Hysaj passa a sinistra. L’assenza di Ghoulam si fa sentire eccome ed il Napoli si “sgonfia” minuto dopo minuto fino a permettere al Manchester City di uscire fuori dalla propria metà campo e mettere tante volte in difficoltà la formazione partenopea. Al 34′, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Otamendi salta più in alto di tutti realizzando il gol del pareggio. Sul finale di primo tempo il City colpisce anche una traversa, ma la prima frazione termina con il risultato di parità. Nella ripresa il Napoli continua a non reagire e il City ne approfitta realizzando il gol del 2-1 ad opera di Stones che, di testa, colpisce l’interno della traversa, ma la palla varca ampiamente la linea di porta. Il Napoli prova a reagire ma sono davvero poche le occasioni capaci di impensierire la retroguardia inglese. Al 62′, Albiol subisce un fallo netto in area, per l’arbitro non ci sono dubbi: calcio di rigore per il Napoli. Alla battuta del penalty si presenta Jorginho che realizza il suo primo gol nella massima competizione europea. Successivamente al pareggio, il Napoli ritorna a giocare un calcio migliore, tuttavia il City continua a risultare pericoloso in diversi frangenti con Sane, Sterling e De Bruyne, sempre pronti ad approfittare dei fraseggi sbagliati dai calciatori del Napoli. Al 68′, gli azzurri si divorano il clamoroso gol del vantaggio con Callejon che, a tu per tu con Ederson, vede la sua conclusione respinta in angolo e, sugli sviluppi di questo, il City riparte in contropiede sfruttando un pallone perso a centrocampo da Hamsik. L’azione si conclude con il nuovo vantaggio degli inglesi firmato dal Kun Aguero. Il Napoli prova a riacciuffare il pareggio giocando con il 4-2-4 sfruttando l’ingresso di Ounas, ma al 92′ arriva il gol del definitivo K.O. ad opera di Sterling che, rimasto smarcato sulla fascia destra, batte Reina con un gran diagonale. Termina 4-2 per il Manchester City, gran delusione e preoccupazione per il Napoli: incredibile quanto sia calato dopo l’infortunio di Ghoulam! Francesco Nettuno

NAPOLI-MANCHESTER CITY 2-4
(primo tempo 1-1)
MARCATORI: Insigne (N) al 21′, Otamendi (M) al 34′ p.t.; Stones (M) al 3′, Jorginho (N) su rigore al 17′, Aguero (M) al 24′, Sterling (M) al 47′ s.t.
NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam (dal 31′ p.t. Maggio); Allan (dal 30′ s.t. Rog), Jorginho (dal 37′ s.t. Ounas), Hamsik; Callejon, Mertens, Insigne. (Sepe, Zielinski, Chiriches, Diawara). All. Sarri.
MANCHESTER CITY (4-2-3-1): Ederson; Danilo, Otamendi, Stones, Delph; Fernandinho, Gündogan (dal 25′ s.t. David Silva); Sané (dal 44′ s.t. Gabriel Jesus), De Bruyne, Sterling; Aguero (dal 30′ s.t. Bernardo Silva). (Bravo, Walker, Mangala, Touré). All. Guardiola.
ARBITRO: Brych (Ger).
NOTE: Spettatori 45mila circa. Ammoniti: Otamendi (M), Koulibaly (N). Recuperi: 2′ p.t., 4′ s.t.
Categories: CALCIO INTERNAZIONALE

About Author