GIUDICE SPORTIVO GIRONE H LE DECISIONI CHE HANNO FATTO DISCUTERE

GIUDICE SPORTIVO GIRONE H LE DECISIONI CHE HANNO FATTO DISCUTERE

Il Giudice Sportivo: maxi multa per Cavese, Fidelis e Potenza.

ALLENATORI – Una giornata a Belotti (Cavese).

CALCIATORI – Due giornate: Oliveira (Fidelis Andria); una giornata: Scippo, Rizzi (Manfredonia), Iaccarino (Puteolana), Vitale, Giacinti, Criscito (Arzanese), D’Arienzo (San Severo), Lattanzio (Fidelis Andria), Pollidori (Brindisi), Picascia (Cavese), Ottobre, Guarro (Sarnese), Palumbo (Potenza).

SOCIETÀ – 3.000 euro di multa e due gare a porte chiuse per la Cavese (“Per avere propri sostenitori, nel corso del primo tempo, acceso circa 15 fumogeni nel settore loro riservato di cui uno caduto all’interno del recinto di gioco e, dal 4º minuto all’8º minuto del secondo tempo, acceso nel loro settore circa 20 fumogeni, alcuni dei quali venivano lanciati sul campo per destinazione. A causa dell’intenso fumo che si propagava sul terreno di gioco, il Direttore di gara era costretto a sospendere la gara per circa 4 minuti. I medesimi sostenitori, inoltre, nel corso della gara, facevano esplodere diverse bombe carta ( circa 5 ) di cui 2 nel settore loro riservato e 3 nel recinto di gioco. Infine, al termine della gara, lanciavano una bottiglietta di plastica vuota all’indirizzo dei calciatori della società ospitata. Sanzione così determinata sia in considerazione della quantità del materiale pirotecnico utilizzato, e della idoneità dello stesso a cagionare danni alla integrità fisica dei presenti, sia per la recidiva specifica di cui ai CC.UU. nº 41, 44 e 68”), 2.000 euro e una gara a porte chiuse per il Potenza (“Per avere propri sostenitori corso della gara, lanciato e fatto esplodere sul campo per destinazione, due petardi provocando momentaneo stordimento ad uno degli A.A.. I medesimi, lanciavano sul terreno di gioco, durante la gara ed al termine della stessa, numerose monetine ed una bottiglia di vetro all’indirizzo del medesimo A.A. pur senza attingerlo. Sanzione così determinata sia in considerazione della idoneità delle condotte a cagionare danni alla integrità fisica dei presenti, sia della recidiva e reiterata di cui ai C.U. nº 17,48,62 e 74”), 1.000 euro per la Fidelis Andria (“Per avere propri sostenitori introdotto ed utilizzato, nel corso dell’intervallo, materiale pirotecnico ( alcuni petardi ) che veniva lanciato e fatto esplodere sul terreno di gioco ritardando l’inizio del secondo tempo. I medesimi, al termine della gara, facevano ingresso sul terreno di gioco seppur in modo pacifico. Sanzione così determinata in considerazione della idoneità del materiale pirotecnico utilizzato a cagionare danni alla integrità fisica dei presenti”), 500 euro per il Gallipoli (“Per avere propri sostenitori, prima dell’inizio della gara e nel corso della stessa, introdotto e fatto esplodere due petardi nel settore loro riservato. Sanzione cosi’ determinata in considerazione della idoneità del materiale pirotecnico utilizzato a cagionare danni alla integrità fisica dei presenti”), 200 euro per il Brindisi (“Per avere propri sostenitori, nel corso della gara, introdotto ed utilizzato due fumogeni nel settore loro riservato. Sanzione così determinata in considerazione della idoneità del materiale pirotecnico utilizzato a cagionare danni alla integrità fisica dei presenti”) e per la Scafatese (“Per inosservanza dell’obbligo di assistenza medica durante la gara”).

SERIE D GIRONE H Il Giudice Sportivo: maxi multa per Cavese, Fidelis e Potenza.

ALLENATORI - Una giornata a Belotti (Cavese).

CALCIATORI - Due giornate: Oliveira (Fidelis Andria); una giornata: Scippo, Rizzi (Manfredonia), Iaccarino (Puteolana), Vitale, Giacinti, Criscito (Arzanese), D’Arienzo (San Severo), Lattanzio (Fidelis Andria), Pollidori (Brindisi), Picascia (Cavese), Ottobre, Guarro (Sarnese), Palumbo (Potenza).

SOCIETÀ - 3.000 euro di multa e due gare a porte chiuse per la Cavese (“Per avere propri sostenitori, nel corso del primo tempo, acceso circa 15 fumogeni nel settore loro riservato di cui uno caduto all'interno del recinto di gioco e, dal 4º minuto all'8º minuto del secondo tempo, acceso nel loro settore circa 20 fumogeni, alcuni dei quali venivano lanciati sul campo per destinazione. A causa dell'intenso fumo che si propagava sul terreno di gioco, il Direttore di gara era costretto a sospendere la gara per circa 4 minuti. I medesimi sostenitori, inoltre, nel corso della gara, facevano esplodere diverse bombe carta ( circa 5 ) di cui 2 nel settore loro riservato e 3 nel recinto di gioco. Infine, al termine della gara, lanciavano una bottiglietta di plastica vuota all'indirizzo dei calciatori della società ospitata. Sanzione così determinata sia in considerazione della quantità del materiale pirotecnico utilizzato, e della idoneità dello stesso a cagionare danni alla integrità fisica dei presenti, sia per la recidiva specifica di cui ai CC.UU. nº 41, 44 e 68”), 2.000 euro  e una gara a porte chiuse per il Potenza (“Per avere propri sostenitori corso della gara, lanciato e fatto esplodere sul campo per destinazione, due petardi provocando momentaneo stordimento ad uno degli A.A.. I medesimi, lanciavano sul terreno di gioco, durante la gara ed al termine della stessa, numerose monetine ed una bottiglia di vetro all'indirizzo del medesimo A.A. pur senza attingerlo. Sanzione così determinata sia in considerazione della idoneità delle condotte a cagionare danni alla integrità fisica dei presenti, sia della recidiva e reiterata di cui ai C.U. nº 17,48,62 e 74”), 1.000 euro per la Fidelis Andria (“Per avere propri sostenitori introdotto ed utilizzato, nel corso dell'intervallo, materiale pirotecnico ( alcuni petardi ) che veniva lanciato e fatto esplodere sul terreno di gioco ritardando l'inizio del secondo tempo. I medesimi, al termine della gara, facevano ingresso sul terreno di gioco seppur in modo pacifico. Sanzione così determinata in considerazione della idoneità del materiale pirotecnico utilizzato a cagionare danni alla integrità fisica dei presenti”), 500 euro per il Gallipoli (“Per avere propri sostenitori, prima dell'inizio della gara e nel corso della stessa, introdotto e fatto esplodere due petardi nel settore loro riservato. Sanzione cosi' determinata in considerazione della idoneità del materiale pirotecnico utilizzato a cagionare danni alla integrità fisica dei presenti”), 200 euro per il Brindisi (“Per avere propri sostenitori, nel corso della gara, introdotto ed utilizzato due fumogeni nel settore loro riservato. Sanzione così determinata in considerazione della idoneità del materiale pirotecnico utilizzato a cagionare danni alla integrità fisica dei presenti”) e per la Scafatese (“Per inosservanza dell'obbligo di assistenza medica durante la gara”).
Categories: SERIE D

About Author