ICARDI AMA L’INTER, MA I TIFOSI DELL’INTER AMANO ICARDI? di Francesco Nettuno

ICARDI AMA L’INTER, MA I TIFOSI DELL’INTER AMANO ICARDI?   di Francesco Nettuno

Mauro Icardi è sicuramente uno dei calciatori più forti del campionato italiano e d’Europa. Un attaccante freddo sotto porta e che negli ultimi tempi ha anche tentato di sacrificarsi e partecipare al gioco della squadra, suo grande difetto attribuitogli da molti addetti ai lavori e tifosi più esperti. Icardi arrivò all’Inter dalla Sampdoria come uno dei giovani più promettenti del calcio italiano ed infatti ha sempre fatto bene realizzando grandi quantità di gol anche se per la classifica dell’Inter sono servite pochissimo negli ultimi anni, ma questa è una colpa che va attribuita non solo a tutta la squadra, ma anche agli allenatori cambiati di continuo e alla dirigenza Tohir, poco presente. Negli ultimi tempi il forte attaccante argentino ha avuto modo di esaltare la proprietà Suning ma soprattutto i tifosi dell’Inter, gli stessi che criticò “goffamente” sul suo libro minacciandoli addirittura di morte. Da allora la Curva Nord interista ha smesso di vedere Icardi come un simbolo per la squadra. I tifosi continuano ad essere spaccati nonostante le scuse del calciatore. Abbiamo avuto modo di fare un breve sondaggio giungendo alla conclusione che Mauro Icardi è amato oppure odiato, non ci sono vie di mezzo. Una parte di tifosi lo identifica come un grande capitano e attaccante capace di far vincere l’Inter nei prossimi anni ed un’altra che non sopporta più le manie di protagonismo sue e di sua moglie (procuratrice) sui social network e che lo vorrebbe cedere per acquistare un attaccante capace non solo di fare bene in campo, ma anche di dare maggiore credibilità all’ambiente nerazzurro. Su Facebook troviamo diverse pagine create da tifosi nerazzurri i quali si sono sempre schierati contro Icardi; il primo è Donato Inglese, tifoso interista e musicista di Foggia il quale intrattiene i suoi spettatori sulla pagina Facebook: “Donato Inglese International Fans Club” con continue sfuriate soprattutto quando Icardi gioca male. Poi ci sono quelli che lo hanno sempre difeso e che non lo cederebbero mai come l’autore della pagina: “Inter Cuore Nerazzurro“, altro simpaticissimo tifoso dell’Inter proveniente dalla Puglia e in grado di imitare alla perfezione Lino Banfi ne “L’allenatore nel pallone“. Per concludere, Mauro Icardi, rispetto alla scorsa estate in cui è stato per lungo tempo corteggiato dal Napoli per tentare di rimpiazzarlo dopo la cessione di Gonzalo Higuain, è una pedina inamovibile nello scacchiere tattico di Luciano Spalletti. Ma siamo sicuri che riuscirà a dare ancora una mano alla squadra? Siamo sicuri che non continuerà a penalizzare il modulo tattico costringendo la squadra a giocare tutta su di lui e quindi realizzare meno gol e inanellare meno vittorie? Siamo sicuri che riuscirà a tenere a freno il dito sul suo smartphone ed evitare di pubblicare post imbarazzanti? E soprattutto…Wanda Nara si deciderà a farsi da parte e lasciar lavorare tranquillo suo marito? Gli interisti sperano di si. Francesco Nettuno

About Author