IL DS VITAGLIONE PRONTO A SCENDERE IN CAMPO PER LA CENTESIMA PRESENZA CON LA TURRIS

IL DS VITAGLIONE PRONTO A SCENDERE IN CAMPO PER LA CENTESIMA PRESENZA CON LA TURRIS

Gli ultimi eventi di casa Turris non lo hanno scalfito al punto da rinunciare al coronamento di una delle più belle storie del calcio contemporaneo. Francesco Vitaglione terrà fede a quello che è uno dei suoi propositi da inizio stagione: festeggiare la promozione in serie D con la personale centesima presenza in maglia corallina. Fermatosi a quota novantanove da calciatore ai tempi dell’ultimo addio alla Turris datato dicembre 2008, è stato poi lui, nei panni di direttore sportivo e braccio destro del presidente Giugliano, a far rinascere il calcio a Torre del Greco la scorsa estate.

Mai tesseratosi come dirigente, lo ha fatto come calciatore qualche settimana fa, prima che scadessero i termini per far firmare gli svincolati.

Domenica prossima, in occasione di Turris-Gladiator, andrà appunto in distinta come calciatore accomodandosi in panchina. Se le cose andranno come si spera, con il risultato della Turris al sicuro (e meglio ancora se anche con buone notizie provenienti da Sessana-Volla), il direttore entrerà in campo per la sua centesima presenza ufficiale con la Turris. Ed è facile immaginare quale potrà essere il tributo di uno stadio che in passato ne ha osannato gol e attaccamento alla maglia. “Dieci minuti? Sono anche troppi per le condizioni in cui sto adesso – ci scherza su Vitaglione -. Però ci tengo a farla questa apparizione per il legame con questa maglia e questa piazza, mai interrotto nemmeno quando sono stato lontano da Torre. Contro il San Marco all’ultima giornata non sarebbe la stessa cosa. Non sarebbe la stessa cosa in uno stadio che non sia il Liguori”.

Vincenzo Piergallino

Categories: ECCELLENZA

About Author