IL FUTURO DI SQUILLANTE TRA TURRIS E SARNESE?

IL FUTURO DI SQUILLANTE TRA TURRIS E SARNESE?

I campionati volgono al termine e i primi verdetti prendono forma, come anche i programmi futuri delle squadre di serie D che con la giusta progettualità cercano di portarsi avanti con il lavoro per la stagione 2015-2016. Come in ogni società o progetto calcistico che si rispetti il primo tassello da inserire nel mosaico è quello riguardante la figura dell’allenatore. La scelta deve essere oculata e ben ponderata perchè a bordo della “macchina” allestita nel pre campionato ci sarà quel pilota che dovrà tagliare il traguardo a fine stagione.

Tra i vari allenatori che fanno gola ai presidenti e direttori sportivi il nome di Gigi Squillante è sicuramente tra i più gettonati. L’ex trainer della Battipagliese e del Gladiator dei record è stato costretto al riposo forzato per tutta la stagione. Una lunga sosta ai box per via delle vicissitudini e della confusione societaria che ha travolto e martoriato la squadra delle zebrette di Battipaglia, nella quale Squillante aveva fatto molto bene tanto da conquistare la stima incondizionata dei tifosi e della piazza intera suscitando paradossalmente gelosie da parte della proprietà del club stesso che decise di separarsi.

Ora però il futuro del trainer sarnese è tutto da scrivere e l’ipotesi di vederlo nuovamente in sella su qualche panchina prestigiosa è molto probabile.

Tra le ipotesi da non sottovalutare ci sono le opzioni Turris, che con l’addio ormai certo di Santosuosso(corteggiato dalla Boys Caivanese come annunciato in esclusiva dal nostro sito Calcio.goal),  sarà alla ricerca di un allenatore importante che possa sopportare le pressioni di una piazza esigente come quella di Torre del Greco. Da non sottovalutare i rapporti tra la proprietà dei corallini e Squillante ai tempi dell’Angri quando Squillante era in procinto di diventare l’allenatore dei grigiorossi per poi ricevere la chiamata della Battipagliese che lottava per il campionato.

Altra ipotesi affascinante sarebbe quella riguardante proprio la squadra della città di Squillante: la Sarnese. Con il divorzio consensuale di mister Pasquale Vitter il club del presidente Origo ultimerà il campionato con una gestione interna composta dai giocatori Esposito-Ianniello. Per la prossima stagione però i programmi potrebbero cambiare e la soluzione sarebbe dietro l’angolo con il trainer sarnese puro sangue che già in passato sfatò il tabù del “nemo propheta in patria” lasciando il segno con la sua Ippogrifo Sarno conquistando coppa Italia e accesso in serie D.

Da non sottovalutare però anche le soluzioni Agropoli(Magna stima molto Squillante), Marcianise, Arzanese che in caso di salvezza vorrà ripartire con un progetto ambizioso, e Frattese che l’anno prossimo lotterà per la vittoria del campionato anche se il tecnico dei nerostellati Teore Grimaldi si sta conquistando la riconferma a pieni voti.

Il futuro di Squillante rimane un rebus tutto da scoprire, ma di certo le pretendenti non mancheranno per accaparrarsi uno dei migliori tecnici in circolazione costretto allo stop forzato per gelosia di un presidente. Primo caso di un calcio imprevedibile, proprio come il futuro di Squillante. Sergio Vessicchio

Categories: SERIE D

About Author