IL POTENZA SFIORA IL COLPACCIO A MONOPOLI

IL POTENZA SFIORA IL COLPACCIO A MONOPOLI

Anche a Monopoli si riconferma il Potenza visto nelle ultime settimane: una squadra che nel primo tempo, gioca bene e segna ma che nel secondo tempo stacca in alcuni frangenti la spina e subisce il ritorno degli avversari: in sintesi è stata questa la partita contro la squadra pugliese. Certo per gli undici di Giacomarro stavolta c’è l’attenuante di aver giocato praticamente per tutto il secondo tempo in 10 a causa dell’espulsione di Schettino, ma i rossoblù anche oggi hanno sprecato una ghiotta occasione per avvicinare la capolista Andria, fermata sul pareggio dal Gallipoli.Prima parte di gara molto equilibrata con le squadre che si studiano, poi un’occasione per parte tra il quarto d’ora: Esposito del Monopoli su un calcio d’angolo sfiora la traversa, mentre dall’altra parte Palumbo calcia alto da distanza ravvicinata. Verso la mezz’ora primo cambio obbligato per il Potenza che perde Melis per infortunio (il calciatore era rientrato solo 7 giorni fa dopo un’altro problema fisico). Al 33′ poi i rossoblù vanno in vantaggio con Palumbo che in zona ravvicinata, con un rasoterra fredda l’estremo Tognoni del Monopoli.I padroni di casa subiscono il colpo e si buttano a testa bassa in attacco, ma il Potenza è sornione e al 44′ su un contropiede ancora Palumbo, lanciato da Viola, a tu per tu con il portiere del Monopoli non fallisce la rete dello 0-2, per la gioia degli oltre 200 tifosi al seguito. Prima del fischio finale c’è ancora il tempo per un miracolo di Patania su un tiro al volo del bomber Croce.La ripresa si apre con una grande occasione per Di Senso che impegna severamente Tognoni con un tiro dalla distanza, palla sulla traversa e rete mancata di un soffio. La gara inizia a farsi ruvida, fioccano falli ed ammonizio e all’56′ la svolta della gara: Schettino si prende la seconda ammonizione della gara e va sotto la doccia in anticipo. L’atteggiamento arrembante a quel punto del Monopoli costringe Giacomarro a prendere subito provvedimenti, togliendo Di Senso per Lolaico.Poi arrivano i tre minuti di black out del Potenza: al 65′ Manzo crossa dalla destra per Croce, il cui tiro è respinto da Patania, ma sulla palla si avventa Difino che in controbalzo insacca l’1-2. Al 67′ il Monopoli completa la rimonta con Manzo che di testa insacca grazie a una sponda di Croce. I rossoblu sono in difficoltà e il Monopoli continua ad attaccare andando più volte vicino al gol vittoria con Difino (tiro dalla distanza fuori), Croce (colpo di testa alto) e Laboragine che colpisce l’esterno della rete. L’occasione più ghiotta per i padroni di casa capita però all’83′ con l’immarcabile Croce (giocatore davvero di categoria superiore, cercato anche dal Potenza nel mercato di riparazione) che imbeccato da un compagno in area si gira e calcia a botta sicura ma Patania è super e salva il risultato che rimane fermo sul 2-2 fino al triplice fischio finale.Oltre al danno anche la beffa per il Potenza che tra infortuni (Melis) e squalifiche (Barillari e Schiettino) domenica prossima contro la Sarnese, squadra tosta e ben organizzata, sarà anche in emergenza difesa. Occhio anche al Taranto che rosicchia due punti in chiave secondo posto andando a vincere in casa del Pomigliano.

TABELLINO

MONOPOLI – POTENZA 2-2 (33′ e 44′ Palumbo (P), 65′ Difino (M), 67′ Manzo (M)

MONOPOLI: Tognoni; Lubrano (42′st Angelillo), Zizzi, Esposito, Castaldo, Laboragine, Aprile (1′st Difino), Salvestroni, Croce, Manzo, Murano (10′st Pinto). A disp.: Turi; De Luisi, Bitetti, Tagliente, Mancini, Roncone. All.: Passiatore.

POTENZA: Patania; Melis (28′ Posillipo), Barillari, Schettino, Lauria, Sicignano, Basso, Viola, Vaccaro (25′st Akuku), Palumbo, Di Senso (14′st Lolaico). A disp.: Napoli; Amendola, Caraccio, Catanese, Cecconi, Foscolo. All.: Giacomarro.

Arbitro: Diego Provesi di Treviglio.

Ammoniti: Barillari, Murano, Basso, Viola, Esposito, Posillipo, Pinto; Esplusi: Schettino.

Categories: SERIE D

About Author