IL PRESIDENTE DEL GRAGNANO MINOPOLI: “GLI ARBITRI DEL CAMPIONATO SIAMO STATI SEMPRE NOI”

IL PRESIDENTE DEL GRAGNANO MINOPOLI: “GLI ARBITRI DEL CAMPIONATO SIAMO STATI SEMPRE NOI”

Come faccio a non essere contento? Da quando entrato nel calcio a 11 la soddisfazione grossa è che nel giro di due anni, se tutto va come devo andare, ho portato il Gragnano dal nulla alla serie D. E questa è la l’unica eccellenza che c’è a Gragnano in questo momento”. Franco Minopoli presidente del Gragnano Calcio guarda già al fututo e al prossimo campionato in serie D del suo Gragnano. “E’ una vittoria che vale tripla -dice –perchè abbiamo dovuto affrontare innumerevoli difficoltà. Abbiamo giocato senza stadio e quindi sempre fuori casa e senza imprenditori e sponsor che ci hanno dato una mano. Per poter fare la serie D ci vuole un campo a Gragnano e poi è fondamentale la vicinanza di  imprenditori locali. Con la D si porta il nome di Gragnano anche fuori Regione e quindi può essere un pregio per tutti, anche per la stessa amministrazione comunale”.
Sulla vicenda stadio che sta tanto a cuore ai tifosi Minopoli precisa: “Lo stadio? Ci hanno promesso che dovrebbe essere pronto per l’inzio della prossima stagione agonistica ance se sarà omologato  per l’Eccellenza. Però dal primo anno possiamo chiedere una deroga e quindi potremmo giocare in D nel nostro stadio”. Ora con i cinque punti di vantaggio sul Sant’Agnello è tutto tornato nella normalità anche all’interno della società: “Sono contentissimo perché la squadra e tutto lo staff tecnico sono stati di grande livello, oserei dire di categoria superiore. C’è stato un problema con l’uscita dalla coppa Italia perché pensavamo di poterla vincere e ci bruciava la sconfitta poi dopo è rientrato. Gli arbitri del campionato siamo sempre stati noi stessi anche dopo la sconfitta con il Sant’Agnello.  Per l’anno prossimo c’è la mia piena volontà nel continuare ma ci vuole lo stadio e la vicinanza e presenza forte di imprenditori gragnanesi.  Io da solo non riuscirei a portare avanti la squadra in D. E poi chiedo una vicinanza maggiore del pubblico di casa. La  squadra la confermerei tutta in blocco perché il Gragnano è fatto di calciatori di categoria superiore ovviamente nel momento in cui si farà la programmazione gli obiettivi in D  sono sicuramente differenti. Tutto dipenderà da chi ci sarà vicino. Tutti confermatissimi ma  dipende dagli impegni che vorranno prendersi i calciatori e il mister perché è un campionato nuovo. Per il momento godiamoci il primato e incrociamo le dita per queste tre partite”.

resport

Categories: ECCELLENZA

About Author