IL SANTA MARIA SCIUPA,IL BUCCINO NE APPROFITTA,IL CASTEL SAN GIORGIO E’ PRIMO IN ECCELLENZA

IL SANTA MARIA SCIUPA,IL BUCCINO NE APPROFITTA,IL CASTEL SAN GIORGIO E’ PRIMO IN ECCELLENZA

Altalena di emozioni al Carrano di Castellabate nella frazione di Santa Maria dove la Polisportiva non va oltre il 2-2  ma sciupa una vittoria a un certo punto quasi certa di fronte un Volcei Buccino meritevole del pareggio e se ci avesse creduto forse anche di qualcosa in più.Anche la vittoria dei padroni di casa sarebbe stata giusta.Un pomeriggio di sole e divertimento con due squadre messe a specchio rispetto ad un 4-3-3 spesso e volentieri fatto male dalle due compagini.A sbagliare prima il goal è proprio il Volcei Buccino,Siano a porta vuota manda alto sulla traversa. Gli ospiti a centrocampo hanno dominato per almeno mezzora grazie ad un eccezionale Medaglia,fantastico,ha cantato e portato la croce. Poi lo show di Margiotta e Capozzoli in due sono sono mangiati almeno 4 goal nel primo tempo ma con la loro tecnica hanno tenuto alto il livello del gioco grazie anche all’altro elemento del tridente offensivo giallorosso Cherillo, il furetto napoletano la cui tecnica è sopraffina,la scelta di tempo delle giocate è sontuosa e i movimenti sono ecclesiali.Veder giocare il tridente offensivo castellano è roba di altre categorie.Non stancano mai e fanno cose inimmaginabili per l’eccellenza,dall’alto versante in attacco Maltempo,migliore in campo insieme a Donnantuono basso di destra, dava saggi di alta scuola ed era una spina costante nel fianco della difesa del Santa Maria con Bravaccini messo a tappeto dalle sua giocate .Poi la presunzione del Buccino ha fatto il resto.Di Domenico l’esterno basso forse più scadente di tutta la categoria su Capozzoli è stato un atto di arroganza e di presunzione.Il fantasista di Aquara,già molto forte di per se, è andato a nozze senza la marcatura di Di Domenico ridicolizzato in lungo e in largo,senza che l’interno di sinistra(Siano) si abbassava e senza che il vertice alto del tridente(Troiano) tornava.

 

Ed è stata quella la chiave di volta della partita perchè seppur inferiore tecnicamente e come organico il Buccino nel complesso era messo meglio del Santa Maria e trovava spazi inattesi come quando all’inizio del secondo tempo chiudeva i locali nella propria metà campo fino al goal del vantaggio di Campione.Il goal degli ospiti era però la scossa elettrica per i padroni di casa che a quel punto toccati  nel’orgoglio cominciano a macinare gioco e prima con un goal sontuoso dello straordinario Cherillo e poi con Margiotta che è arrivato con la testa dove il suo memorabile e mai dimenticato nonno arrivava in rovesciata  collocava la palla d nell’incrocio dei pali.Partita finita?Nemmeno a pensarci,il Volcei in 10 e saliva in cattedra Troiano,in ombra fino a quel momento,e fa un finale di partita pazzesco fornendo alla sua squadra le condizioni per il pareggio arrivato ancora con Campione.Rimane in 9 il Volcei Buccino e porta a casa un punto importantissimo non tanto per la classifica ma per la propria autostima anche se l’impressione è che il gap tecnico con il Santa Maria è ancora notevole.

 

Nel frattempo il Castel San Giorgio di De Cesare nel finale di partita batte l’Ariano e si porta al vertice del campionato.Per il Santa Maria il secondo pareggio consecutivo allontana la squadra dal primo posto e invita tecnico e giocatori a un confronto in special modo per le palle goal non sfruttate.In ogni caso non sembra una squadra in crisi, i meriti vanno anche al Buccino squadra del giorno per come si è posta e per come ha saputo tenere testa all’ex primatista.Sergio Vessicchio Nella foto il selfie del Volcei Buccino 

LA CLASSIFICA

Categories: DILETTANTI, ECCELLENZA

About Author