IL SAVOIA SCARICA REKIK CHE FINISCE AL SAN TOMMASO,STORIA DI UN FALLIMENTO ANNUNCIATO

IL SAVOIA SCARICA REKIK CHE FINISCE AL SAN TOMMASO,STORIA DI UN FALLIMENTO ANNUNCIATO

Alla fine il Savoia ha cacciato Rekik che dopo aver bivaccato a Torre Annunziata ai danni di Mignani e Mazzamauro in questi anni,l’hanno semplicemente utilizzato perchè under,è stato messo alla porta finendo al San Tommaso.Questo illuso di Rekik si credeva un fenomeno,un calciatore arrivato cacciando una presunzione fuori dal comune manco avesse militato in serie A con la Juventus,non capiva che giocava solo perchè under.Ora il Savoia l’ha scaricato,l’ha fatto giocare solo per via di una regola e dopo un ritiro e le prime uscite stagionali gli ha fatto il foglio di via perchè Rekik il campo lo vedeva solo con il binocolo.

 

Ad Agropoli tutti ricordano la sua avversione verso la città e la squadra che gli ha dato la possibilità di spiccare il volo,come nessuno ha dimenticato le frasi di disprezzo verso l’Agropoli quando diceva che non sarebbe tornato a giocare con la maglia dei delfini nemmeno in serie A manco gli avessero fatto chissà che cosa ad Agropoli a Rekik. Ora dopo essere tornato con i piedi sulla terra ha ricominciato a fare quello che gli esce meglio la PECORA, Mignani l’ha scaricato,Mazzamauro che si impossessò del suo cartellino pure,l’allenatore Parlato non l’ha mai tenUto in considerazione e per trovare squadra si é dovuto affidare al solito procuratore PRONTO a scaricarlo a sua volta.Infatti dove poteva andare se non al San Tommaso facendosi sponsorizzare dal suo ex compagno di squadra Gianmarco Tedesco?Ironia della sorte andrà in irpinia a fare la panchina di chi l’ha sponsorizzato.

Questo è Rekik,uno che diceva di dover giocare in serie C,nella nazionale tunisina,uno che si aggraziava Squillante(che l’ha fatto giocatore)per poi rinnegarlo sui giornali a beneficio di Campilongo.Ma la riconoscenza si sa non è mai appartenuta a Rekik,uno che rinnega le sue origini e il paese dove è cresciuto.Ma il tempo alla fine mette ognuno al proprio posto,ogni re sul suo trono,ogni giullaRE(KIK) nel suo circo.Antonio Lucibello

Categories: SERIE D

About Author