IL SORRENTO TORNA ALLA VITTORIA IN CAMPIONATO CONTRO IL TORRECUSO

IL SORRENTO TORNA ALLA VITTORIA IN CAMPIONATO CONTRO IL TORRECUSO

SORRENTO – TORRECUSO 3-1

SORRENTO (4-4-2): Lombardo; Gabbiano, Ferrara (49’ Ciampi), Noto, Raimondo; Polichetti, Ferraro (56’ Schiavone), Della Ventura, Lettieri; Bruno (65’ Elefante), Pignatta. A DISPOSIZIONE: Olivieri, Caldore, Avagliano, Di Somma, D’Ambrosio, Esposito. All. Pirone.

TORRECUSO (4-3-3): Minichiello; Furno, Pagano, Colarusso, D’Ascia (78’ Vesce); M. Zerillo, Pirozzolo (75’ Musto), Aracri; D. Zerillo, Iadaresta, Galizia (46’ Fabozzi). A DISPOSIZIONE: Errico, Piccolo, Petrone. All. De Rosa.

ARBITRO: Festa di Avellino (Di Bello-Aurora).

RETI: 10’ Ferraro (S), 56’ Iadaresta (T), 74’ Pignatta (S), 91’ Schiavone (S).

NOTE: Spettatori 100 circa. Ammoniti Pignatta, M. Zerillo, Ciampi, Della Ventura, Lombardo. Angoli 5 a 4 per il Torrecuso. Recupero: 2’ pt e 4’ st.

 

SORRENTO – Davide batte Golia, il Sorrento torna grande al “Campo Italia” e manda al tappeto un Torrecuso che, sebbene ridimensionato negli uomini e nello spirito dalle recenti vicende stagionali, resta una signora squadra ed un team d’alta quota. La compagine di mister Claudio Pirone gioca una partita di temperamento e di grinta, rispolverando l’antico ardore dei tempi migliori.

Nelle file del Sorrento si registrano le assenze di Viscido (squalificato), di Lalli (ormai destinato all’addio), nonché degli infortunati Pasini e Majella. Per quanto riguarda il Torrecuso, sono solo 17 gli effettivi in distinta per mister De Rosa, che ha ormai rimpiazzato in tutto e per tutto Dellisanti alla guida del team sannita. Unico assente “ufficiale” è lo squalificato Di Maio.

LA GARA: Ospiti ficcanti fin dalle prime battute, al 2’ Iadaresta manda la palla di un soffio a lato, mentre al 3’ Galizia non riesce a correggere in porta a seguito di un’azione rimpallata in area rossonera. Il Sorrento risponde al 10’ e passa in vantaggio: Polichetti prende campo a destra, scodella al centro per Pignatta che gira in porta di testa, Minichiello ci arriva ma non trattiene la sfera che, quindi, è raccolta da Ferraro che realizza da breve l’uno a zero. Per il Torrecuso provano ad incidere sotto rete prima Galizia (15’), poi Iadaresta (18’), ma in entrambe le circostanze la palla è spedita sul fondo. La pressione degli ospiti si fa più insistita, al 43’ Lombardo vola a deviare un cross di Aracri destinato alla testa di Galizia, che già assaporava il tocco sotto misura per pareggiare i conti. Termina qui la prima frazione di gara.

Ripresa. Il Torrecuso, nelle cui file Galizia fa subito posto a Fabozzi, perviene al pareggio al 56’ grazie a Iadaresta, che stavolta indovina l’angolo giusto e supera Lombardo dopo una ribattuta della difesa di casa su incursione di Diego Zerillo. A questo punto, mister Pirone ridisegna il suo Sorrento con gli ingressi di Schiavone ed Elefante, che rimpiazzano rispettivamente Ferraro e Bruno. La partita sale nuovamente di tono: al 68’ Minichiello vola a deviare in angolo una punizione insidiosa di Della Ventura, mentre al 70’ si cambia fronte, con Colarusso che, su azione d’angolo, svetta di testa mettendo i brividi a Lombardo, depositando la palla di un niente sul fondo. Il gol è nell’aria ed a firmarlo è il Sorrento, con Pignatta che al 74’ fulmina Minichiello con un gran destro ad incrociare che riporta avanti i costieri: 2-1. A sua volta, mister De Rosa rimescola le carte, con le sostituzioni di Musto e Vesce, al posto di Pirozzolo e D’Ascia. Ma il finale della contesa è tutto di marca rossonera: all’89’ Minichiello dice no ad un fendente di Raimondo, involatosi in contropiede dalla fascia sinistra, mentre al 91’ la difesa del Torrecuso lascia spazio e campo a Schiavone che non si lascia pregare e, da posizione invitante, deposita nel sacco la palla del definitivo 3-1 che rimette in carreggiata salvezza il Sorrento.

campaniagol

Categories: SERIE D

About Author