JUVE STABIA, L’APPELLO DI PATRON MANNIELLO: “LA LEGA DEVE VIGILIARE SUGLI INCONTRI DI SABATO”

JUVE STABIA, L’APPELLO DI PATRON MANNIELLO: “LA LEGA DEVE VIGILIARE SUGLI INCONTRI DI SABATO”

Il patron Manniello guarda con occhio attento, all’ultimo turno di campionato. La Juve Stabia si gioca tanto. Tutto. Il pericolo di eventuali “pastette”, non è cosa da escludere. Il nr.1 delle Vespe, coglie l’occasione per lanciare un accorato appello in vista della prossima partita. “Per la gare di sabato: invito l’opinione pubblica, la giustizia sportiva, i vertici della Lega, ad essere molto attenti –poi spiega–. Ci sono intere comunità che si giocano cose importanti e vorremmo, che tutti onorassero il campionato. Ritengo di fare massima attenzione anche perché il girone C di Lega Pro è l’unico in cui non vengono quotate le partite –un caso preoccupante– Io spero e credo sempre nella buona fede di tutti, però bisogna certamente fare attenzione”. L’appello è chiaro, ma solo la Juve Stabia può decidere il proprio destino. i gialloblù nell’ultimo match con la Vigor Lamezia, hanno gettato il cuore oltre l’ostacolo, ma il finale è stato da brividi. “Al di là di tutto, ribadisco che è tutto nelle nostre mani –ammette il patron–. Alla squadra ho detto, che non è possibile correre certi rischio, poiché in un minuto stavamo gettando a mare, l’intera stagione –poi confessa seccato–. Prendere un gol in contropiede all’89’ è assurdo”. Ora tutto passa per il prossimo impegno di Benevento. Dopo il match del Vigorito, i gialloblù ne sapranno di più sul loro futuro, ma ad oggi l’unico risultato auspicabile è la vittoria. In palio, ci sono le sorti di un’intera stagione, disputata da protagonisti. “Sabato dobbiamo andare tutti a Benevento a fare la nostra prima finale per i play off –poi Manniello rivela–. Noi abbiamo un solo risultato: la vittoria. Giocheremo sulle nostre motivazioni e sappiamo che in palio c’è tutto il nostro campionato. In una sola partita. Non ci fidiamo di nessuno poiché, ultimamente secondo il mio punto di vista, le uniche partite vere, le abbiamo disputate noi contro Melfi e Vigor Lamezia”. E in effetti la Juve Stabia, di camice ne ha dovute sudare più di una, negli ultimi incontri. Le motivazioni però, ora giocano un ruolo fondamentale. Vincere nel Sannio, cancellerebbe a monte ogni possibile strascico di polemiche. “Dobbiamo andare a Benevento per consacrare il campionato che abbiamo fatto e poi dopo si vedrà –magari con l’aiuto dei supporters stabiesi– Chiaramente invito tutti i tifosi della Juve Stabia a venire in massa a Benevento, affinché si possa coronare quanto di buon fatto sin qui –il destino però, passa anche per le mani della avversarie– Mi auguro che le altre, mettano lo stesso impegno profuso nei nostri confronti. Prima il Melfi e poi la Vigor Lamezia: di più non posso augurami. Credo e spero che la Salernitana voglia onorare il suo grande campionato, specialmente dopo l’inopinata sconfitta di Messina. Mi auguro lo stesso anche per quanto riguarda l’Aversa Normanna”. Manniello di campionati in sella alla Juve Stabia, ne ha disputati. Ora il gioco si fa duro ed il patron delle Vespe, a questo punto, conosce perfettamente gli scenari del prossimo derby: “Al di là delle altre, ripeto: il nostro destino è nelle nostre mani –poi scende nel dettaglio–. Se noi andiamo a Benevento e vinciamo, è solo perché abbiamo delle grosse motivazioni, mentre loro sono già la migliore seconda di tutta la Lega Pro. Non staremo certo a guardare i risultati delle altre. Sta a noi raggiungere questo risultato”.

Categories: LEGA PRO

About Author