JUVENTUS LLORENTE NELLA TRATTATIVA PER ISCO?

JUVENTUS LLORENTE NELLA TRATTATIVA PER ISCO?

TORINO – Evabbé, se dobbiamo giocare, allora alziamo la posta e le puntate. E caliamo gli assi. Caro Real, vuoi Llorente? Dacci Isco.

MESSAGGI – La Juventus fa la voce grossa, dall’alto del suo nuovo status di club vicecampione d’Europa. Mica hanno intenzione di di fare un mercato guardando chicchessia dal basso verso l’alto, i vertici bianconeri. E così alle varie pretendenti per i più o meno inestimabili gioielli di casa (da Paul Pogba ad, appunto, Fernando Llorente, passando per Arturo Vidal e compagnia) gli juventini replicano mettendo sul piatto le proprie esigenze, chiaramente anteponendole a quelle della controparte. Un modo per cercare di perseguire gli obiettivi preposti, ma anche per mandare messaggi ai naviganti: passi l’eccezionalità del caso Tevez (in cui oggettivamente i bianconeri erano in condizione di svantaggio nelle trattative, pur essendo poi riusciti a opzionare ottimi talenti xeneizes), ma gli altri elementi dell’organico ritenuti funzionali al progetto sono esenti da saldi o sconti. E si muovono soltanto previa esborso di cifre di rilievo oppure “baratto” di giocatori graditi.

PAPABILI – Il caso Llorente, nello specifico, è comunque al momento fatto soltanto di sondaggi, contatti, interlocutori, riflessioni. Di certo c’è innanzitutto che il nome dell’attaccante ex Athletic Bilbao è finito nella lista dei papabili stilata da Rafa Benitez per sostituire Chicharito (che, terminato il prestito, non sarà riscattato e dunque è formalmente tornato al Manchester United). Non è esattamente in vetta, a quella lista, bene intese, ma vi fa comunque parte: e perché il tecnico ha avuto modo di apprezzarne le gesta in maniera di retta, avendolo come avversario nell’esperienza napoletana; e perché i dirigenti blancos hanno avuto loro malgrado modo di verificare che Llorente può esser meglio averlo in organico, piuttosto che come avversario. Proprio contro il Real, infatti, nella sua carriera, il Re Leone ha ruggito parecchio… Fermo restando che Llorente non smania dal desiderio di lasciare la Juventus (prova ne siano i secchi rifiuti appena snocciolati al Monaco e al Tottenham), se c’è una destinazione che potrebbe eventualmente gradire quella è certamente il Real Madrid. da parte sua, la Juventus, pur essendo soddisfatta del rendimento offerto dalla punta in questo suo biennio bianconero, ha messo in conto una sua eventuale cessione dettata, innanzitutto, da risvolti di bilancio: Llorente è infatti stato tesserato a parametro zero, senza esborso economico per il cartellino, pertanto la cifra ricavata dalla sua cessione potrà ora esser scritta per intero alla voce plusvalenza. A meno che, ovvio, il giocatore non possa diventare una eccellente pedina di scambio per mettere le mani su altri interessanti obiettivi. E qui spunta (o meglio: rispunta)il nome di Isco.

Categories: CALCIOMERCATO

About Author