LA COPERTINA DI ERMANNO PETROCELLI – CALCIO.GOAL DEL 13 APRILE 2015

LA COPERTINA DI ERMANNO PETROCELLI – CALCIO.GOAL DEL 13 APRILE 2015

Non ci si mette a discutere su un vento di aprile. Quando lo si incontra ci si sente rianimati. Il vento di aprile è dolce e fresco per la Salernitana, un vento che porta con sé il sapore della serie B, dove invece soffre e perde l’Avellino in quel di Vicenza. La squadra di Menichini vola, vince e il vento di aprile la trascina sempre più su, in quella prima posizione in classifica ormai consolidata. Azzannata la Lupa Roma, quarta vittoria di fila e Benevento tenuto a debita distanza, a 5 punti, a 4 partite dal termine. La sfida della promozione passa ora per il complicato bivio di Castellammare di Stabia, fra sette giorni. Lì, probabilmente, si decideranno le sorti dei granata. Sospinta dal vento di aprile anche la Fidelis Andria, nel girone H del campionato di serie D. Battendo la Puteolana fanalino di coda e approfittando del contemporaneo successo del Taranto contro il Potenza, i pugliesi si avviano domenica dopo domenica, giornata dopo giornata, al grande salto – o ritorno, se preferite – tra i professionisti. La partita più bella, però, si è giocata proprio allo Jacovone: 15mila tifosi, mille e più provenienti dal capoluogo lucano, hanno sospinto i propri beniamini per tutti i 90 minuti, in un’atmosfera talmente eccitante che neanche il primo caldo primaverile ha fatto così paura. I tarantini hanno sorpassato il Potenza al secondo posto e proseguiranno con tenacia l’aggancio in vetta, onestamente difficile. La Cavese, attanagliata dagli arcinoti problemi societari, dimostra di avere un vento favorevole soprattutto in attacco, il migliore in assoluto del girone con 63 gol. 5 le reti rifilate alla Sarnese ormai salva, la zona playoff resta lontana, ma non un miraggio impossibile. Consolida la permanenza in D anche la Gelbison di Logarzo, grazie al successo casalingo contro il Gallipoli, mentre in coda – nella sempre più entusiasmante lotta per non retrocedere – fa bene solo il Pomigliano nel derby ad alta tensione con la Scafatese (3-1). Sempre più giù l’Arzanese, sconfitta a Bisceglie e quest’anno mai vincitrice in trasferta: un record, seppur negativo. Non soffia certo un vento positivo, in questo fine settimana, dalle parti di Agropoli e Battipaglia, nel girone I. I ragazzi di Rigoli abbandonano, quasi definitivamente, i sogni di promozione diretta a causa della pesante sconfitta di Marcianise per 2-0. E contemporaneamente perdono anche la seconda piazza in classifica, appannaggio adesso dei calabresi del Rende (3-3 nel derby con il Montalto). Nonostante il caos societario protagonista da qualche settimana a questa parte, il Torrecuso scende regolarmente in campo e batte una generosa Battipagliese, che ha sputato sangue e grinta senza però portare punti a casa. Tutto invariato lì dietro, con la Nuova Gioiese che perde punti a Noto e dunque le distanze in classifica restano intatte. La voglia di lottare e crederci c’è ancora, ma le partite a disposizione sono sempre di meno. Nota di chiusura, e di merito, per Turris ed Ebolitana. La prima, la straordinaria truppa di mister Santosuosso, conquista la promozione in serie D, ed è un gradito ritorno per una piazza così prestigiosa. La seconda, dopo una cavalcata eccezionale, sale in Eccellenza, con il vento di aprile in poppa. Complimenti a tutti. Che la festa cominci.

About Author