LA GELBISON NON MOLLA MAI,LA NOCERINA VINCE COME LA SARNESE

LA GELBISON NON MOLLA MAI,LA NOCERINA VINCE COME LA SARNESE

VALLO DELLA LUCANIA. La ventesima giornata del torneo di serie D sorride alle tre salernitane. La Gelbison pareggia in terra pugliese, in casa del Gravina diretta concorrente per la salvezza. Gli uomini di Severo De Felice passano al minuto 14 con Uliano, prima del pareggio della formazione di Loreto con Mady. Nuovo vantaggio rossoblù al 32’ con Merkay, poi il pari pugliese nel finale. Sempre nel girone H torna a sorridere la Sarnese, che supera 1-0 il Nardò e torna a sperare per la permanenza diretta in quarta serie. Allo “Squitieri” decide una rete di Sannia a inizio ripresa.
Nel girone I, la Nocerina supera in Sicilia il Città di Messina una rete siglata al 30’ da Festa che raccoglie un pallone servito da Simonetti e lo spinge alle spalle di Paterniti. Otto minuti più tardi i padroni di casa potrebbero pareggiare ma Feola è bravo a parare il rigore calciato da Bombara. Rossoneri che a inizio ripresa restano in dieci uomini per l’espulsione, rosso diretto, di Vatiero a cui tre minuti più tardi va a far compagnia Calcagno, espulso per doppia ammonizione. Molossi che ritrovano la vittoria dopo quasi due mesi. Di seguito risultati e classifica dei gironi H ed I:

Gravina-Gelbison 2-2
Sarnese-Nardò 1-0
Fasano-Picerno 1-2
Gragnano-Taranto 0-2
Nola-Sorrento 1-2
Team Altamura-Ercolanese 2-0
Audace Cerignola-Bitonto 2-1
Savoia-Pomigliano 1-0
Fidelis Andria-Francavilla 1-0

Come ad Altamura, anche questo pomeriggio la FBC Gravina – nuovamente in trasferta – si rende protagonista di un match vivo e pieno di emozioni, sebbene il parziale sia rimasto a reti bianche. Orfani di Mbida (squalificato) e di Colella e Caponero non in perfette condizioni fisiche, i gravinesi hanno affrontato a viso aperto i temibili campani (1 vittoria e 1 pari esterno prima del match) costruendo tante occasioni da rete. Nel 4-3-3 odierno trovano spazio Riccio accanto a Romeo con Tarantino e Dentamaro larghi, mentre a centrocampo è la volta del baby Correnti conquistare una maglia da titolare accanto a Madì e Guadalupi; confermato il tridente Potenza-Croce-Chiaradia.

Dopo una timida occasione dei locali (10’) con Rossi, i gialloblù costruiscono già al 12’ la prima clamorosa occasione con Croce (miracolo di D’Agostino). Verso la mezz’ora poi FBC ancora pericolosa con Guadalupi e lo stesso Croce ma i tentativi terminano entrambi alti. Al 32’ la botta ancora di Guadalupi termina di pochissimo a lato dando la sensazione del gol ai supporter ospiti. È l’ultima emozione del primo tempo.PUBBLICITÀ

La ripresa di apre con l’occasione dei locali per Uliano (5’) senza fortuna. Ma è ancora il Gravina che colleziona le migliori opportunità da rete. Al 8’ prima Potenza e poi Guadalupi clamorosamente mancano il gol del vantaggio sugli sviluppi della medesima azione! Pochi minuti dopo tocca a Dentamaro, Madì e ancora Potenza poter realizzare ma ancora una volta la sfortuna è contro i gialloblù. Ancora al 25’ un bel tiro di Croce risulta di poco impreciso. Finalmente intorno alla mezz’ora i locali si scuotono e impensieriscono Vicino (debutto stagionale per il numero uno gravinese) dapprima con Passaro, quindi con De Angelis. Al 33’ lo stesso estremo difensore gravinese neutralizza una pericolosa conclusione di Cammarota. In seguito si registreranno la classica girandola di sostituzioni (nel Gravina entreranno Diarra, Nigro, Guida, Lenoci e Nitti rispettivamente per Tarantino, Guadalupi, Madì, Potenza e Correnti) e un’ultima occasione per parte: al 35’ Correnti non impatta di testa un’invitante assist di Potenza; al 43’ Uliano impegna ancora Vicino.FOTO GRAVINA LIVE

Categories: SERIE D

About Author