LA SALERNITANA SUBITO FUORI DALLA COPPA ITALIA

LA SALERNITANA SUBITO FUORI DALLA COPPA ITALIA

Il risultato finale di 2-0 non lascia scampo a nessuna interpretazione se non quella di essere ancora in fase di rodaggio.La gara è servita a mettere benzina nelle gambe e in vista del campiionato la squadra affronterà in amichevole il Matera la destinazione è ancora incerta.La Salernitana dice addio alla Coppa Italia perdendo la sfida del terzo turno in casa dell’Entella per 2-0. Decisive le reti messe a segno dai liguri nei primi 6 minuti di partita: un uno-due micidiale che ha condizionato la gara mettendola subito in salita per la Salernitana che non è mai riuscita a riaprirla. Inutili i tentativi offensivi dei campani decisamente più volitivi nella ripresa: proprio nel secondo tempo, sugli sviluppi di un calcio d’angolo l’occasione migliore della gara capita sulla testa di Casasola ma il suo stacco si infrange sulla traversa.

LA GARA

Per il terzo turno di Coppa Italia alle 20.30 la Salernitana è di scena a Chiavari per la sfida contro l’Entella. In palio c’è la qualificazione ai 16esimi di finale in programma a dicembre. Chi vince, in gara secca, affronterà il Genoa a “Marassi”. Senza gli ultimi arrivati Djuric e Jallow, Mister Colantuono, che ci tiene e non poco al passaggio del turno, si affida per grosse linee allo stesso undici che ha battuto 6 a 1 il Rezzato domenica scorsa.

A centrocampo non scende tra i titolari il neo acquisto Di Tacchio; in cabina di regia opera Palumbo. Davanti al ortiere Micai, sulla linea difensiva ci sono a Gigliotti, insieme con Schiavi e Mantovani mentre Perticone parte dalla panchina. A centrocampo sugli esterni Casasola a destra e Vitale a sinistra. In mezzo Odjer, Castiglia e come detto Palumbo. In avanti la coppia Bocalon e Vuletich.

Contro l’Entella (arbitro il figlio d’arte Pairetto di Nichelino) Mister Colantuono vuol vedere in campo una squadra che se la giocherà fino alla fine contro la pattuglia di Boscaglia che mira al pronto riscatto dopo il mancato ripescaggio in Serie B. Ad accompagnare i granata più d’un centinaio di tifosi mentre in tribuna c’è il Direttore Sportivo Fabiani, l’ex allenatore Vincenzo Torrente ed il Direttore Generale del Geona, Giorgio Perinetti.

PRIMO TEMPO

Pronti via e la Salernitana dopo appena 2 minuti di lancette passa subito in svantaggio con un gol fortuito dei padroni di casa. Sulla trequarti Eramo calcia verso la porta, la palla viene deviata e si trasforma in un assiste involontario per Currarinoche da due passi batte agevolmente Micai.

La Salernitana accusa il colpo a freddo mentre l’Entella sembra già avere benzina pronta nelle gambe tanto che approfitta del momento ed al 6’ trova il clamoroso raddoppio: cavalcata di Nizzetto che sull’out mancino mette una gran palla al centro dove c’è Moto Carvalho che anticipa Gigliotti e con un piatto preciso gonfia la rete.

Colantuono si sbraccia in panchina ma l’approccio alla gara non è stato certo dei migliori. Al 10’ i liguri sfiorano il tris con un’altra azione corale tra Petrovic, Currarino e Mota Carvalho sul quale è tempestivo Schiavi a chiudere.

Per vedere una prima sortita offensiva di marca granata bisogna attendere il 12’ quando è Odjer a cercare il jolly con un tiro dalla distanza. E’ solo un lampo perché l’Entella riprende il pallino del gioco macinando azioni pericolose soprattutto con il duo Mota Carvalho e Petrovic.

AL 15′ calcio d’angolo per l’Entella: il colpo di testa di Pellizzer termina di un soffio a lato. Al 21′ Currarino serve Mota, l’attaccante portoghese prova la conclusione che però si spegne sul fondo. Solo intorno alla mezz’ora la Salernitana ha una buona occasione per riaprire la gara: cross di Casasola dalla destra sul quale si fionda l’argentino Vuletich che calcia forte ma non trova la porta.

Il finale di tempo è di marca granata: al 38’ sugli sviluppo di un calcio d’angolo è ancora Odjer a provare la conclusione vincente dal limite ma Paroni respinge non senza qualche difficoltà. Due minuti più tardi buono spunto di Castiglia che serve Vuletich il cui tiro dalla corta distanza viene respinto da Benedetti. Sulla ribattuta Casasola non riesce a ribadire in rete calciando male il pallone. Finisce senza altri sussulti il primo tempo.

SECONDO TEMPO

La seconda frazione si apre senza sostituzioni e senza nemmeno grosse azioni degne di nota se non per un colpo di testa finito alto del solito Mota. Al 6’ è Colantuono a cambiare le carte: richiama Odjer in panchina ed inserisce Mazzarani. I granata conquistano campo ed intorno al quarto d’ora su un cross di Vitale c’è la spizzata di Vuletich che serve Bocalon il quale dal fondo la rimette al centro ma la difesa ligure riesce a spazzare.

Al 17esimo secondo cambio nella Salernitana: entra Pucino per Vitale. Un minuto dopo, sugli sviluppi di un corner i granata sfiorano il gol con Casasola che di testa colpisce in pieno la traversa. Macina gioco in questa ripresa la squadra di Colantuono ma è poco pungente. L’ultimo cambio a metà frazione con il giovane Volpicelli per uno stanco Vuletich.

Le squadre sono decisamente stanche e la manovra è poco fluida nonostante la girandola di sostituzioni anche tra i padroni di casa. Ci prova Pucino dai 30 metri la ma mira è alta. Come nel primo tempo, anche il finale di partita è di marca Salernitana che le prova tutte pur di riaprire il match ma senza grosse fortune. Finisce così con l’Entella che fa festa sotto la curva dei propri tifosi. I Liguri potranno giocarsi i 16esimi al “Marassi” contro i cugini del Genoa mentre la Salernitana avrà ancora molto da lavorare.

ENTELLA (4-3-1-2): Paroni; Belli, Pellizzer, Benedetti, Cleur; Eramo, Di Paola (30 ‘st Paolucci), Nizzetto (36′ st Icardi); Currarino; Petrovic (25’ st Adorjan), Mota Carvalho. A disp:  Massolo, Siaulys, Crialese, Zigrossi, Puntoriere, Gerli, Ardizzone, Gatto, Diaw. All: Boscaglia.

SALERNITANA (3-5-2): Micai; Mantovani, Schiavi, Gigliotti; Casasola, Odjer (6′ st Mazzarani), Palumbo, Castiglia, Vitale (17′ st Pucino); Vuletich (26′ st Volpicelli), Bocalon. A disp: Russo, Vannucchi, Galeotafiore, Perticone, Akpa Akpro, Di Tacchio, Urso, Di Roberto, Orlando. All: Colantuono.

RETI: 2′ pt Currarino (E), 6′ pt Mota Carvalho (E).

Ammoniti: Gigliotti (S), Castiglia (S), Pucino (S), Palumbo (S).

Arbitro: Pairetto di Nichelino (Schenone/Gori; IV Volpi).

SPETTATORI: 1031 (di cui 152 giunti da Salerno) per un incasso di € 9544.

Angoli: 4-5.

Recupero: 3′ st.

FONTE SALERNONOTIZIE

Categories: CALCIO

About Author