LA STAMPA INGLESE ESALTA LA JUVENTUS

LA STAMPA INGLESE ESALTA LA JUVENTUS

Overview

Tabloid inglesi elogiano i bianconeri e ‘bacchettano’ Citizens dopo la sconfitta per 2-1. Allegri: “Ho visto lo spirito giusto per ricominciare”

 E’ solo il “primo mattoncino”, come ha ammonito Buffon nella gioiosa notte di Manchester, dopo che la Juventus aveva domato il City, ma i bianconeri vedono di nuovo la strada dritta dopo le paurose sbandate nei primi 270′ del campionato. (Il film della partita VAII tre punti presi all’Etihad Stadium, grazie alle parate prodigiose di Buffon ed ai gol spettacolari di Mandzukic e Morata, ha un valore doppio: fa volare i bianconeri nel girone di Champions, considerato ad alto coefficiente di difficoltà, e ricarica le pile di una squadra abbacchiata dal misero punticino racimolato finora in Italia. “Grande vittoria. Siamo tornati!”, annuncia Giorgio Chiellini, sfortunato protagonista dell’effimero vantaggio del Manchester. “Una vittoria da squadra”, sottolinea Leonardo Bonucci e Claudio Marchisio, uno dei grandi assenti, fa eco ai difensori: Siamo stati Juve. Sacrificio, corsa carattere. Questo deve essere solo l’inizio”. Massimiliano Allegri riassume: “a Manchester siamo stati Juve: sacrificio, orgoglio, campioni che non sbagliano. È lo spirito giusto per ricominciare!”.

L’inversione di tendenza chiesta dal tecnico c’è stata, ora c’è la verifica a Marassi, in casa del Genoa. L’obiettivo dei bianconeri è di evitare ricadute, anche se gli alti e bassi sono messi in preventivo da chi guida una squadra così profondamente cambiata. Al rientro da Manchester “la Juve – si legge sul sito del club bianconero – è tornata coi piedi per terra perché c’è ancra tanta strada da fare in campionato, a cominciare da domenica pomeriggio”.

Senza alibi né giustificazioni, una bocciatura senza appello per il Manchester City da parte della stampa inglese che elogia “l’organizzazione e il carattere della Juventus” all’indomani della vittoria all’Etihad stadium.   (Le pagelle – foto)  Giudizi unanimi, la vittoria bianconera è stata “meritata, di più logica”, secondo il Times che sottolinea i demeriti del “solito vecchio City”. Ovvero, una squadra incapace di reagire alla “maledizione della Champions”, scrive il Daily Express, “ridimensionata” dopo la straripante partenza in Premier League (Daily Mail). Merito di una Juventus “ritrovata” – secondo il Daily Mail -, che nonostante l’addio di campioni come Carlos Tevez, Andrea Pirlo e Arturo Vidal conferma “il suo valore internazionale” (Mirror).

“Ancora troppo più forte per il City”, il lusinghiero giudizio del Sun. Così, se l’Indipendente si chiede “se il City mai imparerà dagli errori passati”, ricordando i cinque anni di fallimenti europei dei Citizens, il Guardian elogia “l’organizzazione e il carattere della Juventus”, che ha impartito “una lezione” al City su come si affrontano le partite di Champions League. Perché ancora una volta – è il giudizio del Telegraph – il City versione Champions è apparso “la brutta copia della squadra che si ammira nei fine settimana, una squadra fragile e insicura”, una galleria di campioni che “devono dare di più”, a partire da Raheem Sterling (la stoccata del suo ex compagno Steve Gerrard).

Giudizi opposti per Paul Pogba, che “ha dimostrato tutto quello che manca ancora al City” (Times), un potenziale candidato al Pallone d’Oro per l’ex Manchester United Rio Ferdinand. Ma la doppia sconfitta delle due squadre di Manchester – conclude il Sun – è anche “la prova definitiva che la Premier League è il campionato più sopravvalutato d’Europa”.

Fair play Pellegrini, gol City da annullare – Manuel Pellegrini ha perso ma con stile e dopo l’1-2 rimediato all’Ethiad Stadium contro la Juventus il tecnico del City riconosce che la rete dei padroni di casa andava annullata per chiaro fallo di Kompany su Chiellini, involontario autore dell’autogol. “Abbiamo appena iniziato a lavorare col nuovo gruppo – dice poi il tecnico cileno del City a Mediaset Premium – Anche l’anno scorso abbiamo perso contro il Bayern Monaco alla prima partita ma poi ci siamo qualificati. Oggi non dovevamo perdere, abbiamo giocato meglio della Juve. Buffon ha fatto delle paratissime e siamo stati sfortunati. Abbiamo giocato contro una squadra forte. Quando creiamo delle occasioni dobbiamo segnare, c’è poca differenza tra noi e loro. La Juve non ha creato molto ma ha segnato. Abbiamo controllato bene, ma il calcio è così”. Ma al City manca qualcosa quando non gioca Aguero? “Non è per colpa di un solo. Credo che abbiamo giocato meglio di loro, ma alla fine loro hanno segnato”

Allegri, siamo ripartiti dalle cose semplici – “I complimenti vanno fatti ai ragazzi. Siamo ripartiti dalle cose semplici, stando ordinati in campo, dovevamo fare meglio in fase offensiva nel primo tempo ma abbiamo concesso poco e le uniche parate che ha fatto Buffon, che oggi è stato straordinario, la prima è arrivata per una palla persa a centrocampo. Ci siamo fatti prendere dalla fretta e dall’ansia ma i ragazzi hanno tenuto bene e hanno meritatamente vinto”. Intervistato da Mediaset Premium al termine di Manchester City -Juventus, il tecnico dei campioni d’Italia Massimiliano Allegri sottolinea i meriti della sua squadra. “Il calcio è strano, loro potevano chiuderla ma Gigi è stato straordinario – aggiunge -, noi ci abbiamo creduto e abbiamo portato a casa la partita mentre in campionato facciamo 40 tiri e abbiamo un solo punto. In campionato ci sono meno spazi, bisogna avere più attenzione, mentre in Europa le partite sono diverse”. Probabilmente, fa capire Allegri, è anche una questione di stimoli. “Quando giochi la Champions, sai che è una competizione affascinante, che dà stimoli a tutti – spiega il tecnico -. La vittoria di questa sera è una iniezione di fiducia per la Champions e per il campionato e in caso di sconfitta sarebbe stato diverso. Ai ragazzi ho chiesto di non pensare ai risultati ma di fare una prestazione importante per invertire la tendenza. Cuadrado in campo? L’avevo già scelto ieri. Credevo che potevamo metterli in difficoltà tra le linee perchè Cuadrado e Morata hanno fatto una partita di sacrificio e questo è importante: devi essere bravo quando attacchi ma anche quando difendi”.

 Gli altri risultati (VAI): Psg-Malmoe 2-0, Real Madrid-Shakhtar 4-0, Wolfsburg-Cska Mosca 1-0, Psv-Manchester United 2-1, Galatasaray-Atletico 0-2, Benfica-Astana 2-0, Siviglia-Moenchengladbach 3-0

About Author