L’AGROPOLI IN CRISI,SOCIETA’ E ALLENATORE FANNO QUADRATO

L’AGROPOLI IN CRISI,SOCIETA’ E ALLENATORE FANNO QUADRATO

L’allenatore non vuole capire certe cose e si ostina,negli ultimi tempi a indugiare su scelte sbagliate.Quando aveva buttato a mare il 4-3-3 aveva conquistato la vetta della classifica.Come fa a non rendersi conto di questo.Delle 6 sconfitte in campionato ben 5 sono arrivate con il modulo 4-3-3 e una con il 3-5-2 contro la Battipagliese con almeno 5 giocatori fuori ruolo e un turn over vergognoso.Gianluca Esposito un po’ non ci capisce più niente,un altro po si è dimostrato incapace di capire i momenti.Sbagliare è umano perseverare è diabolico.

Il tecnico sta indugiando negli errori prestando il fianco alla piazza che lo apostrofa con ogni epiteto accusandolo di voler far male volutamente all’Agropoli chissà per quali accordi.Questo è falso come è falsa la voce che gira in questi giorni in città secondo la quale la società non vorrebbe andare in serie D,stupidaggini.In questo delicato momento però allenatore e società fanno quadrato a difesa del primato in classifica fino a prova contraria ancora nelle mani dell’Agropoli grazie al lavoro comunque importante fatto dal tecnico e dalla stessa società fino a questo momento.Il problema è uno solo,l’allenatore Esposito sta facendo il fenomeno e questo l’Agropoli lo sta pagando.

Tuttavia la società è contenta del lavoro fatto dal tecnico fino a questo momento.Nessuno si aspettava il primo posto in classifica dopo l’inizio ad handicap e gli arbitraggi negativi.Nella gara contro il Valdiano al netto degli errori dell’arbitro l’allenatore sembra aver perso la bussola e sta facendo una serie di scelte che hanno messo in crisi la squadra. D’Attilio di punta,fra l’altro esterna alta a sinistra nel 4-3-3,è una bestemmia ed è un voler togliere dal centrocampo un ragazzo e un giocatore straordinario.E’come metterlo in porta.E sta facendo questa stronzata dall’inizio del campionato senza rendersi conto che è caduto nel ridicolo facendo però danni all’Agropoli e al ragazzo che non si ribella nemmeno a questo porcheria tecnica.Contro il Valdiano oltre a proporre un insipido e improbo 4-3-3 svuotato dei movimenti che dovrebbero sostenerlo contro il quale gli uomini di Pasculli hanno avuto vita facile perchè ripartivano sempre in contropiede con ampi spazi,ha commesso una serie di altri errori da pivello.Rimasta in 10 l’Agropoli lui toglie un centrocampista,Manzillo fino a quel momento uno dei migliori,riduce il centrocampo a 2 e tiene ancora i tre davanti.Una cosa mai vista prima.Il Valdiano ha solo ringraziato.Nonostante questo l’Agropoli poteva segnare ma con la confusione e senza una geometria ha portato alla sconfitta con Coquen in goal al novantesimo. In questo momento al vertice l’Agropoli c’è soprattutto grazie anche all’intervento della società che è andata sul mercato in un momento difficile su richiesta specifica dell’allenatore ha messo a disposizione del tecnico una serie di calciatori che stanno ora colmando il vuoto dell’assenza di Russo(stagione finita),Kamana contro il quale si è accanito l’allenatore e trovano la scusa di un infortunio alla caviglia. Kamana è l’uomo più importante della squadra,quando manca lui l’Agropoli perde quasi sempre e l’allenatore insiste a fagli la guerra e non lo fa giocare.Manzillo,Mustone,Imparato sono tre calciatori formidabili e pensiamo solo ad immaginare dove si trovava ora l’Agropoli se non ci fossero stati loro.In questo l’allenatore,va detto,ha visto giusto pressando la società per farli tesserare.Una cosa è certa le scelte aziendali le fanno tutti insieme e il feeling tra il tecnico e la società è probabilmente l’ingrediente principale del primato.Se si tiene contro delle ultime tre partite è difficile pensare ad una vittoria del campionato,se invece l’allenatore abbandona il 4-3-3 come ha fatto quando l’Agropoli ha avuto l’escalation delle 8 vittorie consecutive e mette i giocatori giusti al posto giusto senza cambiare i ruoli,recupera Kamana probabilmente chi sta cantando ora il de profundis (Gennaro Russo e quelli che lui paga ) contenti per la sconfitta dell’Agropoli deve ancora aspettare.Il sindaco Coppola sappia che Gennaro Russo il consigliere comunale che lui ha imposto alla società sta godendo per la sconfitta dell’Agropoli e per il primato che vacilla,lo sappiano i giocatori quando lo vedono aggirarsi intorno allo spogliatoio e lo sappia anche chi nel settore giovanile sta facendo scelte a favore di Gennaro Russo.Gennaro Russo e i suoi scendiletto ,quelli che prendono ordini da lui e forse qualche prebenda da qualche socio di Gennaro Russo per scrivere e parlare contro l’Agropoli,sappiano che se vogliono la guerra nessuno si tira indietro e lo sappia anche il sindaco Coppola tutto questo.Oggi i nemici l’Agropoli li ha all’interno e Adamo Coppola questo deve saperlo perchè noi,fra le altre cose,lo avevamo messo in guardia.Gennaro Russo e i suoi lacchè godono delle sconfitte dell’Agropoli,va bene,d’altra parte è ben risaputo che quando nel 2008 si prese l’Agropoli Gennaro Russo lo fece in quel modo e facevano bene all’epoca i tifosi a contestarlo.Stanno lavorando ancora ai fianchi dell’Agropoli e anche il clima che si è creato sta causando i disastri tecnici..Cerruti e Puglisi costituiscono in Campania il fiore all’occhiello a mo di società.La serietà istituzionale e sportiva di questi due personaggi costituisce l’immagine migliore per lo sport cittadino,sono due anni che tengono l’Agropoli al vertice del campionato pagando stipendi e fornendo dell’Agropoli un immagine positiva in tutta la Campania.Quanto basta per arrivare al centenario senza rosso in bilancio e con un fair play finanziario da fare invidia a chiunque.E forse,la cosa migliore,l’hanno fatta quando hanno messo alla porta gli accattoni che chiedevano soldi per scrivere e parlare.Solo per questo meritano il premio oscar.Solo per questo meritano il consenso pubblico che hanno. Sergio Vessicchio

WWW.CANALECINQUETV.IT

Categories: DILETTANTI, ECCELLENZA

About Author