L’AGROPOLI SALE SULL’OTTO VOLANTE,DE CESARE LANCIA LA SUA GIOSTRA,GUADAGNO STRABILIANTE

L’AGROPOLI SALE SULL’OTTO VOLANTE,DE CESARE LANCIA LA SUA GIOSTRA,GUADAGNO STRABILIANTE

Agropoli ormai è cirolandia una giostra divertente dove è difficile salire ma è facile rimanere.Ciro De Cesare ha messo su una compagine che diverte e si diverte e,facendo i dovuti scongiuri;difficilmente sbaglia un colpo.A Castel San Giorgio la squadra ha dato una dimostrazione di forza strabiliante.Dopo un minuto prende goal su rigore,poi comincia a macinare gioco,Capozzoli si procura un rigore che l’arbitro non gli da(era netto) e lo ammonisce pure,poi da una palla ad Apicella su un taglio stile Insigne e poi va in goal alla sua maniera con un pragmatismo eccezionale perforando il portiere in uscita con un tocco liftato pieno di effetto.Ribaltato il risultato l’Agropoli non si ferma.I delfini deboli in attacco si affidano alle fasce per sfondare la retroguardia avversaria tenendo sempre il gioco in mano e penetrando sulle laterali dove Apicella è mostruoso(peccato che non farà carriera) e supera gli avversari diretti in tutti modi,classe,forza,potenza e fisicità,addirittura a fine primo tempo fa segnare anche Maione mettendogli in testa un pallone che il modesto attaccante napoletano ha solo dovuto spingere in rete.Sull’altra fascia Capozzoli impera per esperienza,astuzia,estro e dinamismo( e a noi questo non ci è simpatico e auspichiamo lasci l’Agropoli presto) facendo impazzire gli esterni dei padroni di casa.Il centrocampo è retto magistralmente dallo straordinario Guadagno il quale non ha nei confusionari Santonicola e Natiello compagni di reparto all’altezza e nonostante questo impera divinamente cantando e portando la croce con un eleganza e uno stile straordinari.Ad inizio ripresa azione simile a quella del primo minuto della partita e rigore questa volta il fallo di mano è di Santonicola e vantaggio dimezzato 2-3 a questo punto si alza la panchina lo stratosferico De Rosa ed entra con una prontezza tale (jmerito dell’allenatore) da far suo subito il gioco che si eleva in estetica e praticità e da smalto e lucidità alla manovra dettata da De Cesare che si gode la sua creatura dagli spalti,da domenica va in panchina è finita la squalifica,e quando su calcio di punizione De Rosa gira a effetto un pallone che s’insacca tra palo e portiere facendo poker il mister esplode in tribuna e il giocatore libera la sua gioia contenuta da una ingiusta permanenza ai box ma contemplata dai sistemi rigidi di De Cesare che lo porteranno a fine campionato ad essere sicuramente tra i migliori per rendimento perchè con De Cesare questo calciatore a fine stagione sarà pronto per il professionismo e quando lui lo capirà tutto sarà più facile.La ciliegina sulla torta la mette il migliore in campo Guadagno che fissa il punteggio sul 5-2 con un destro sull’angolo lontano dai 15 metri.Il Castel San Giorgio segna 2 volte su rigore,colpisce un palo sul 2-3,punizione e impegna Della Luna solo una volta quando il portierone capitolino deve uscire a valanga per fermare un attaccante lanciato in rete salvando il risultato.Infine la difesa,non c’è super Pascuccio ma nessuno se ne accorge. L’ immenenso  Iommazzo la guida con esperienza e calma guidando anche Giura l’inesperto centrale che però si comporta benissimo.Sugli esterni c’è il futuro quello raffinato.A destra Gullo che fa un rigore inizialmente,sbaglia a battere i falli laterali ma gioca divinamente con scelte di tempo sempre precise e con un eleganza straordinaria trovandosi perfettamente con Capozzoli sull’asse esterno di destra.A sinistra Pappalardo ancora tra i migliori in campo,è un under sembra un over,perfettamente inserito negli schemi di Cirolandia è strepitoso per come affronta la partita,bravissimo.A ridosso di tutto l’ingresso in campo di D’Attilio che sta mettendo minuti nelle gambe,e quando entra da spessore,qualità e dinamismo a centrocampo.Anche questa volta l’Agropoli chiude con un centrocampo a dir poco strepitoso(Guadagno,De Rosa,D’Attilio) che potrebbe essere schierato facilmente in serie D in attesa di ritrovare l’ex giocatore del Napoli Toledo,domenica finisce la squalifica,e Pascuccio fermato da un acciacco fisico e con il ricorso al mercato per reperire un’attaccante  e a quel punto   oltre a non avere grandi difficoltà potrebbe anche pensare al futuro.De Cesare con il completamento dell’organico sta portando una squadra potenzialmente di centro classifica a squadra da primato ma è solo all’inizio e moltissimo deve lavorare insieme al preparatore atletico un grandissimo prof in grado di alimentare la forza della squadra con metodi di serie A.Sergio Vessicchio

Nella foto De Cesare e Guadagno

Categories: DILETTANTI, ECCELLENZA

About Author