L’AGROPOLI SI ARRENDE,L’ALLENATORE VA IN TIL,ULTIMO POSTO IN CLASSIFICA

L’AGROPOLI SI ARRENDE,L’ALLENATORE VA IN TIL,ULTIMO POSTO IN CLASSIFICA

L’Agropoli tocca il fondo con le sue “pratiche”,i suoi raccomandati e con i suoi giocatori(sponsor) con i padri in tribuna a controllare se i figi giocano e fanno minutaggio per i soldi che hanno cacciato  per foraggiare chi fa giocare i propri figli.L’Agropoli è diventato questo e hanno ragione le persone a non andare la campo a vedere la partita.Un Cerignola non irresistibile passa al Guariglia ma contro l’armata brancaleone di Vincenzo Feola uno che le sue squadre non le ha fatte mai giocare bene,oggi chiunque avrebbe vinto.Invece l’Agropoli ha perso,non ha opposto resistenza e i tre punti vanno in Puglia.Nel primo tempo le due squadre si sono fronteggiate quasi alla pari,solo un po di supremazia territoriale per gli ospiti.Nella ripresa il Cerignola parte subito bene e prima sfiora il goal,poi lo trova al 48′ con Longhi,quindi Solazo con un rimpallo sfiora il pareggio,al 63′ viene espulso un giocatore ospite dopo una grande azione di Camarà.

 

Si fa male Agate o si tira fuori,ha già la testa ad un’altra squadra e da questo momento in poi l’allenatore va in tilt.L’unica punta che ha in panchina Doto non lo fa giocare al posto di Agate,era la sostituzione naturale e invece addirittura ha messo Orefice,un ragazzino del 2002 senza fisico,senza drirbling,senza forza,senza scatto,senza niente.Forse condizionato dal preparatore dei portieri il buon Pasquale Centofanti che lo sponsorizza. Ma come si far entrare un giocatore del genere in una partita di quel livello.E li si è capito che l’allenatore è andato fuori giro:Non si spiega una cosa del genere,non c’è nessuna giustificazione.Poi ha messo Alvaro,per carità un bravo ragazzo ma con il calcio non c’entra.E’ vero che è uscito l’inutile Sollazzo(il padre in tribuna sostiene che non dobbiamo chiamarlo bidone,ho detto di suggerirmi come definirlo e che voto mettergli,a nostro avviso è meglio che lo faccia studiare senza fargli perdere tempo con il calcio)ma l’ingresso di Alvaro è stato mortificante per i pochi spettatori in tribuna.Poi è toccato a Siciliano,il padre avrebbe dovuto portare 70.000 euro in società per far parte della dirigenza,ma quei soldi Bisogno non li ha mai visti.E in fine è entrato, l’unica punta che sarebbe dovuta entrare subito Doto.Mo vogliamo discutere che forse l’allenatore non lo vede e ci sta, ma davvero Doto è più scarso di Solazzo,Cozzolino,Acunzo,Alvaro,Orefice  e via dicendo?Ma davvero si vogliono prendere per culo le persone?Purtroppo nonostante le aperture di Bisogno un signore sotto tutti gli aspetti,chi gestisce oggi l’Agropoli si è chiuso a riccio,come d’estate quando con la scusa del ritiro a Serino  ne fecero di  tutti i colori.Ora forse qualcosa sul mercato la stanno pur facendo ma per confermare,chissà per quale pressione e per quali interessi ,giocatori come Cozzolino,Acunzo e Sollazzo hanno chiuso i rapporti con qualsiasi cosa in città.Purtroppo per la città di Agropoli e per l’Agropoli ad Agropoli non c’è nessuno che vuole fare calcio.Quindi hanno ragione loro.Sergio Vessicchio

LA PAGELLA

Sanchez 6 Incolpevole sul goal,ordinaria amministrazione

Guida 7 ha giocato benE,ha fatto benissimo le due fasi,sta crescendo.

Leonetti 6,5 aveva un osso duro Marotta,lo ha limitato come ha potuto,è stato tra i migliori.

Numerato 6,bravo bravo ma non all’altezza di una squadra che deve salvarsi in serie d.

Bonfini 6 Rodriguez lo ha impegnato poco e lui ha fatto il minimo sindacale.

Sgambati 6 qualche appoggio sbagliato ma sempre preciso e attento.

Camarà 5 da lui ci si aspetta di più ma era solo.ha procurato l’espulsione e ha fallito il pareggio nel recupero.

Acunzo 4 Non idoneo alla categoria.

Solazzo 4 Non idoneo alla categoria

Agate 5 si è tirato fuori ha già la testa altrove

Cozzolino 4 Non idoneo alla categoria

 

Categories: SERIE D

About Author