LIGENTI VERGOGNA,CACCIATO DA AGROPOLI DUE VOLTE NESSUNA DIMISSIONE,ORA PERO’ SI DEVE CAMBIARE TUTTO

LIGENTI VERGOGNA,CACCIATO DA AGROPOLI DUE VOLTE  NESSUNA DIMISSIONE,ORA PERO’ SI DEVE CAMBIARE TUTTO

Al peggio non c’è mai fine.Questo incapace e scadente uomo mercato chiamato Francesco Ligenti  prendeva ragazzi di colore in promozione spacciandoli per giocatori di serie superiori presentandoli a Taccone con filmati di altri giocatori.Bisogno lo ha cacciato due volte non una perchè dopo la prima cacciata Taccone lo aveva fatto riprendere.Non ha vergogna di fare dichiarazioni mendace in siti che si prestano alle sue bugie( leggi qua).Questo è niente.Ci sono indagini in corso per l’attività fatta da Ligenti ad Agropoli ma non solo.Mai si era visto un personaggio simile ad Agropoli e nemmeno in Campania eppure la regione in questione di personaggi nel calcio ne ha.Ma come questo mai si era visto.La nostra redazione è assalita di lettere e messaggi su Ligenti con padri,madri,procuratori,avvocati i quali raccontano fatti,situazioni,bugie di questo torinese che dice di aver lavorato con la Juventus,si vende rapporti con uomini di calcio altolocati e chi più ne ha più ne mette.Bisogno lo ha cacciato anche la seconda volta e ora sapete che fa,chiama addirittura Cerruti,l’ex presidente,dicendogli che ha una cordata per rilevare l’Agropoli.Ci sono fatti e documenti coperti dal segreto istruttorio che al momento non possiamo rivelare sull’attività di Francesco Ligenti,ma sopratutto testimonianze di ragazzi,genitori che ne raccontano di tutti i colori.Dal primo giorno avevamo denunciato la presenza di Ligenti per la quale Taccone perde punti e consensi.

 

Chi gli lo ha consigliato?Perchè lo difendeva tanto?Perchè non ha capito subito che stava facendo danni enormi.Le dimissioni di Ferrazzoli sono arrivate dopo la partita con l’Andria,l’ultima vinta dalla formazione pugliese e dopo della quale le ha perse tutte cacciando anche Favarin allenatore ormai incapace e vecchio.Ferrazzoli si dimise perchè Ligenti aveva creato una situazione imbarazzante e quando fu cacciato la prima volta Ligenti e perchè l’ex allenatore disse testualmente: “O io o Ligenti”.Quando è tornato poi Ferrazzoli se ne è andato sulla questione Alvaro ma già aveva in mente di andarsene prima della partita perchè non reggeva una situazione imbarazzante creata da Ligenti con i suoi giocatori manovrati ad arte per far saltare l’allenatore verso il quale premeva per far giocare le sue pratiche.Di fronte ad una situazione del genere Bisogno ha reagito cambiando totalmente la parte dirigenziale e tecnica e ripulendo in parte l’ambiente.I giocatori continuano comunque ad avere un comportamento vergognoso perchè troppo immersi nell’andazzo precedente e nemmeno i nuovi dirigenti che pure si stanno impegnando al massimo riescono ad avere ragione di un gruppo di giocatori abituati nel peggiore dei modi da Ligenti e Taccone.L’ex presidente dell’Avellino se ne è dovuto andare perchè l’attuale dirigenza non gli dava l’opportunità di entrare nel settore tecnico e dato che Taccone non voleva fare il presidente ma l’allenatore e portare giocatori pratiche di Ligenti   e scamorze di procuratori amici,oltre che a suggerire la formazione la domenica,non essendo un finanziatore se non per una piccola parte,se ne è andato.Tutto quello che racconta Ligenti sono bugie,fesserie frutto del suo pensiero contorto.I danni fatti da Ligenti e Taccone sono enormi.L’andazzo che i giocatori devono sostare in città deve finire.Al quartiere generale di via Fuonti devono starci solo  i giocatori che vengono da fuori regione.I campani devono viaggiare,basta con questo schifo.Se qualche giocatore intende restare deve affittarsi la casa e pagarsela a spese proprie se lo metta in testa Sanchez il quale si è preso una casa affitto perchè al quartiere generale non c’è il wi-fi e pretende che gliela paga la società.E Ligenti parla pure.

 

C’è una disorganizzazione totale di cui non si riesce a venire a capo con giocatori che prendono 5 goal ovunque e pretendono pure.Se la dirigenza,l’allenatore e Bisogno non cominciano a mettere i paletti e mettono freno alla devastazione avviata da Ligenti e Taccone non si va avanti.Bisogno ha avviato il nuovo corso e la cacciata di Ligenti è stato un atto di grande importanza a patto che venga fatto tutto il contrario di quanto faceva lui.Se si continua a dare parola ai giocatori,se si continua ad insistere su bidoni e scamorze pratiche di Taccone e Ligenti di cui sono anche spioni,questa squadra è già retrocessa.Perciò via i bidoni dalla città,chi rimane ed è residente in Campania deve viaggiare e teste calde e sindacalisti in squadra non ce ne devono essere.Se si mette ordine e anche con l’arrivo di almeno 6 elementi nuovi e dai 25 anni in su,si riorganizza il tutto forse qualche speranza di salvezza c’è altrimenti l’Agropoli è già in eccellenza con il sistema Ligenti ancora vigente.Sergio Vessicchio

Categories: SERIE D

About Author