MA DOVE SONO FINITI I PROTAGONISTI DI “CAMPIONI”,I GRAZIANI BOYS?VIDEO

MA DOVE SONO FINITI I PROTAGONISTI DI “CAMPIONI”,I GRAZIANI BOYS?VIDEO

Li ricorderete sicuramente e ci stiamo chiedendo dove sono finiti i campioni di “Campioni” il reality televisivo dei Mediaset.

Che fine hanno fatto i calciatori del Cervia calcio? Tutti ricordano il famoso reality calcistico di Italia 1 ‘Campioni, il sogno‘, in voga tra il 2004 e il 2006 con protagonista il club romagnolo. I personaggi di spessore nella squadra gialloblu non mancavano di sicuro: il mister era Ciccio Graziani, uno dei più grandi centravanti della storia della Serie A, accompagnato dalla conduzione della trasmissione di Ilaria d’Amico, oggi volto Sky, e dai contributi giornalistici di Davide De Zan. Tutto questo senza tralasciare i variopinti personaggi-calciatori, come Francesco Gullo e Giorgio Alfieri. In molti da casa speravano di vivere in prima persona quella splendida avventura sulla riviera romagnola. Ma cosa fanno ora i reduci di Campioni? 

Ricordiamo tante storie e tanti aneddoti, così come tante sono state le risate che il programma ci ha lasciato in dote, anche grazie a quel trio della Gialappa’s Band che con la parodia “Mai Dire Campioni” ci ha fatto davvero divertire. Tornando al reality, l’obiettivo finale per ogni giocatore era conquistarsi la possibilità di andare a fare un provino con una tra Milan, Juventus e Inter, tre grandi squadre che regalavano questa opportunità in accordo con la trasmissione. 
Nella prima edizione la squadra romagnola militava nel campionato di Eccellenza e alla fine della stagione riuscì ad ottenere la promozione in Serie D. Il capitano di quell’impresa televisiva fu Gianluca Ricci che militò anche in Serie A tra le fila del Bari verso la metà degli anni ’80: con i galletti, il difensore centrale disputò 87 gare senza mai siglare una rete. 

Che fine hanno fatto Sossio Aruta, Gullo e Giuffrida? E dove sono finiti Alfieri, Arrieta e Maradona Jr.?

Sossio Aruta calciatore: il grande bomber si è rpesentato alla corte di Graziani solamente nella seconda stagione del Cervia in diretta televisiva ma con un curriculum di tutto rispetto, dopo aver collezionato presenze in Serie C1 e Serie B. Nel frattempo, oltre al ruolo di attaccante ha ricoperto anche quello di corteggiatore nella celebre trasmissione “Uomini e Donne”, Aruta a ottobre 2017 e presentato anche un libro dal titolo “Yo soy un pajaro”.Tornando a Sossio a Uomini e Donne, c’è da dire che il successo che raccoglie non è indifferente. E a proposito di tv e del dating show di Maria De Filippi, da poche settimane sono on line le scommesse su Uomini e Donne nel nostro approfondimento. Dopo aver esordito in Europa League all’età di 47 anni con il Tre Fiori, società calcistica sammarinese, adesso è impegnato nel suo nuovo progetto: Temptation Island Vip. Nella stagione terminata recentemente, Aruta, entrato con la compagna Ursula Bennardo, è uscito invece a mani vuote, dopo la separazione con l’ex tronista di Uomini e Donne. Sossio, infatti, si è avvicinato molto alla tentatrice Sara Melucci mentre la sua ormai ex fidanzata ha approfondito la conoscenza di Giorgio Alfieri, compagno di Aruta ai tempi del Cervia e tentatore nel programma. Per Sossio, però, l’avventura a Temptaion Island è stato un fallimento non solo per la sua relazione con Ursula ormai al capolinea. Infatti dopo aver provato a rivedere la tentatrice Sara ha rimediato il più classico dei due di picche, tornando ufficialmente single. 


Francesco Gullo: lui fu il primo “scandalo” a scoppiare nel Cervia di “Campioni, il Sogno”. Presentatosi come un fenomeno che aveva addirittura marcato Del Piero in Champions League con la maglia del Basilea, Gullo fu subito smascherato dagli addetti ai lavori e soprattutto da De Zan che, informandosi bene su questo personaggio, non trovò alcun riscontro sul suo “glorioso” passato. Qui la foto che lo ritrae durante il centenario dell’Avellino qualche anno fa. Dopo essersi intrattenuto come opinionista nelle trasmissioni sportive della rete 7Gold, ora si dedica a tempo pieno al suo progetto di promozione di calcio giovanile “Campioni in Tour”. Nell’estate 2016 il sogno di Gullo è tornato a vivere sui campi di calcio, dopo essere stato tesserato con lo Spartak Pinarolo, squadra di terza categoria. Nel 2018, infine, l’addio definitivo al calcio giocato: partita al campo sportivo Pinarolo Po, match del campionato Csi tra il Penarol e l’Upol Lungavilla, squadra nella quale Gullo ha disputato le sue ultime gare ufficiali.

Christian Giuffrida: il bomber, la punta di diamante, il gioiello del Cervia e autentico trascinatore verso la promozione in Serie D della squadra. Era uno di quei pochi che mostrava un pizzico di talento in più e non a caso venne ingaggiato dal Bellinzona nella serie B svizzera. Tempo dopo, ottenne presenze in Serie D ed Eccellenza con Monterotondo, Nuova Sorianese e Pomezia per approdare poi all’Eretum Monterotondo, squadra militante nel campionato di Eccellenza laziale. Archiaviata anche una breve esperienza negli States con la maglia del Pierce County FC di Seattle, Giuffrida ha deciso di rimettersi nuovamente in gioco in Italia trovando la via del goal nel primo match giocato a gennaio 2018 con la maglia del Monte Grotte Celoni, squadra che milita nell’Eccellenza laziale. Il nome dell’ex bomber di Campioni il Sogno è tornato in auge ultime Olimpiadi di Rio 2016, quando la sorella di Giuffrida, Odette, ha conquistato la medaglia d’argento nel judo femminile.

Giorgio Alfieri: tra “Campioni” e “Uomini e Donne”, Alfieri è diventato uno dei personaggi televisivi più spendibili tra gli ex calciatori della squadra romagnola. Fuuno dei pochi riconfermato anche l’anno successivo nel Cervia 2.0. L’ex attaccante ha avuto anche una piccolissima parte come attore nel 2006 nel film di Jerry Calà ‘Vita Smeralda’. Adesso l’ex numero ventitre della squadra gialloblu è assistente alla regia, dopo aver collaborato a diversi programmi come ‘Chi ha incastrato Peter Pan’, ‘Io canto’, e ‘Lo show dei record’. Da qualche tempo ha abbandonato la trasmissione di “Uomini e Donne” dove vi ha partecipato come tronista ma ha trovato nuovamente spazio sul piccolo schermo grazie anche alla partecipazione a Temptation Island Vip nelle vesti di tentatore. Nell’ultima edizione del programma targato Mediaset, l’ex attaccante del Cervia ha avuto un avvicinamento con Ursula Bennardo, ormai ex fidanzata di Sossio Aruta. Tuttavia, nell’ultimo episodio, il tutto si è risolto con un nulla di fatto, con i 3 protagonisti che hanno preso strade diverse. 

Diego Armando Maradona Jr.: del padre in campo portava solo il nome, lontano anni luce dalle giocate spaziali del Pibe de Oro. Il suo inserimento nel programma fu un colpo di genio degli autori, portare nella squadra uno con un nome pesante come il suo voleva dire tanto. Peccato che Maradona Jr. deluse non di poco le aspettative, tra prestazioni sottotono e infortuni. Dopo l’avventura al Cervia ha continuato e continua tutt’ora la sua attività da calciatore, giocando per diverse società dilettantistiche prima di essere convocato anche dalla Nazionale Italiana di beach-soccer. Attualmente nell’Afro Napoli United, squadra di promozione campana. Nel 2018 è diventato padre del piccolo Diego Matias Maradona. Anche il padre Diego Maradona in persona ha festeggiato l’avvenimento dichiarando: “Vi racconto che è nato il mio nipotino Diego Matias Maradona, pesa 3 kg e mezzo, ed è bellissimo. Sono molto felice e mi riempie il cuore. Ora me lo godrò come non sono riuscito a fare con mio figlio Diego

Cristian Arrieta: uno dei tre vincitori della prima edizione, è uno di quelli che ha continuato l’attività agonistica e diciamo che vedendo i risultati non ha preso affatto una decisione sbagliata. Dopo essere stato alla guida di Ciccio Graziani, ha trovato spazio nel Lecce in Serie B. In seguito, una volta naturalizzato portoricano, ha militato nella Major League Soccer e ha collezionato 22 presenze con la Nazionale del Porto Rico. Arrieta, nella prima edizione vinse e fu spedito all’Inter dove non fu confermato (nella foto, lo vediamo sulla destra mentre contrasta Fernando Torres in nazionale). Nel 2015 ha partecipato al Torneo di Viareggio come allenatore della primavera del New York LIAC. Per un breve periodo è stato protagonista di una vicenda di Gossip riguardante la sua vita privata, visto che la coppia Arrieta Sabrina Ghio, ex ballerina di Amici, ha destato l’interesse di molte teenagers. Attualmente gioca ancora nel F.A. Euro.

 
Fabio Borriello: 
fratello di Marco, attaccante della Spal, è stato il secondo vincitore dell’edizione 2004-2005 del programma. L’esperienza di Fabio Borriello al Cervia lo catapultò nel mondo Milan, il quale lo lasciò andare via senza troppi indugi né ripensamenti. Successivamente fece esperienze nella Serie B Svizzera con il Lugano e con il Pro Vasto nella vecchia C2. Negli ultimi anni le cronache rosa e le riviste scandalistiche si sono occupate di lui, mettendolo al centro dell’attenzione per la fine della sua love story con la cantante Emma. Fabio Borriello al momento è broker e partner della società Alfa Real Estate and Service attiva nel settore immobiliare.

Lorenzo Spagnoli: probabilmente il più talentuoso dei calciatori del Cervia, Spagnoli “Campioni il Sogno” lo ha vinto. Dopo il successo della prima edizione si è trasferito a Bologna dove ha continuato giocare. Nel giro di un paio d’anni da giocatore è diventato proprietario e presidente di una formazione di Serie D, ossia l’Imolese. Nell’estate 2018 poi si avvera il sogno, stavolta più bello di tutti: grazie al ripescaggio l’Imolese viene ammessa in Serie C, a distanza di 46 anni dall’ultima volta. “Quando sono diventato presidente dell’Imolese in Eccellenza, l’obiettivo era di arrivare in serie C in 5 anni – ha commentato il presidente Spagnoli -. Non era semplice, ma siamo riusciti a raggiungere la terza serie del calcio italiano e ora possiamo esultare. Credo sia un grande traguardo per la città di Imola, ma non vogliamo fermarci qui: nel giro di un paio d’anni vogliamo diventare protagonisti anche in serie C, poi chissà“. Lorenzo Spagnoli viene ricordato anche perché entrò a far parte della Juventus e fu l’unico dei 3 a riuscire a siglare un gol in prima squadra, seppur in amichevole e su rigore. Ecco il video del gol:

Mario Bordignon: era il brasiliano che doveva portare lo spirito del calcio verde-oro nella squadra. Nonostante le attese, l’attaccante fu molto deludente sul campo, dove raccolse pochissimi minuti e venne più volte apostrofato dal tecnico Graziani come ‘austriaco’ piuttosto che brasiliano. Dopo aver vestito la maglia del Cervia, Bordignon ha militato nel campionato di Promozione con il Grassina.



Livio Sgarbi: 
Il mental coach della squadra, non era proprio trattato benissimo da giocatori e staff. Oggi è ancora un allenatore che gestisce stati d’animo, almeno cosi scrive lui stesso. Al di là delle battute e dello scarso apprezzamento al Cervia, Livio Sgarbi ha collaborato con Ancelotti, Sebastian Frey, Vincenzo Iaquinta e Francesca Piccinini, non proprio gli ultimi arrivati. Su internet è presente con il suo blog. Autore di una biografia, Sgarbi verrà comunque ricordato sempre così.




Michele Russo: Ora al Padova, il difensore ex Virtus Entella ha calcato i prati della Serie B e nella stagione 2005-2006 scese 19 volte in campo con la maglia del Cervia, realizzando anche tre gol. 

A chiusura dell’articolo, vi proponiamo un servizio de La7 sull’attuale situazione del Cervia e su dove siano finiti gli allora ex calciatori!

WWW.CANALECINQUETV.IT

Categories: CALCIO

About Author