MARADONA JR: “SAVOIA OCCASIONE PIU’ IMPORTANTE DELLA MIA VITA”

MARADONA JR: “SAVOIA OCCASIONE PIU’ IMPORTANTE DELLA MIA VITA”

Doppia vita per Diego Armando Maradona Junior. Dirigente e giocatore in un colpo solo. Al Savoia, dove è diventato prima responsabile della scuola calcio, e poi è stato anche tesserato come calciatore della prima squadra. “Ho ancora 28 anni e tanta voglia di giocare – racconta Diego Maradona Junior a gianlucadimarzio.com – ecco perché ho accettato questa bella avventura che mi permetterà di stare anche a contatto con i giovani”. Una cosa che a Diego riesce bene già da un anno, ovvero da quando fu scelto come allenatore della Juniores del San Giorgio. “Lì ero allenatore a tutti gli effetti, ora invece dovrò supervisionare tutto il lavoro della scuola calcio. Si tratta di un compito di grande responsabilità dal momento che quello di Torre Annunziata è un territorio storicamente molto attento ai ragazzi che si affacciano al mondo del calcio”.

E poi c’è anche il calcio giocato. “Quella del Savoia è una maglia importante, con una grande storia da onorare”, anche perché il campionato di Eccellenza è uno dei più difficili. “Non esistono campionati facili. Ho giocato in C come in Interregionale e so che tutti ti aspettano sempre con il coltello tra i denti. Noi partiamo con l’obiettivo di vincere e daremo tutti il massimo per farcela”.

Promozione da calciatore e risultati importanti da dirigente della scuola calcio. “Sarebbe un sogno, anche perché ammetto che questa è l’occasione più importante della mia vita”. Un’emozione da condividere subito con le persone più care. “Ho già ricevuto qualche messaggio di complimenti da parte di alcuni ex compagni del San Giorgio, ma la telefonata più bella è stata quella che ho fatto con mio nonno. Lui mi è sempre stato accanto fin dai tempi del settore giovanile del Napoli, e sentire la sua voce così emozionata per questo nuovo incarico mi ha caricato ulteriormente”.

Adesso parole al campo. Il 17 agosto ci si ritrova per preparare la stagione che verrà, anzi le stagioni. Perché oramai con Diego è doveroso parlare al plurale.

gianlucadimarzio.com

Categories: DILETTANTI, ECCELLENZA

About Author