MARCIANISE, IL DG D’ANNA REPLICA A SANCHEZ: “I RISULTATI SONO INOPPUGNABILI”

MARCIANISE, IL DG D’ANNA REPLICA A SANCHEZ: “I RISULTATI SONO INOPPUGNABILI”

Sono giorni frenetici in casa Marcianise. Dapprima l’addio di Sanchez, poi la promozione di Caccavo a tecnico della prima squadra. Il tutto, a poca distanza dalla delicatissima sfida interna contro la Tiger Brolo. Tre note di rilievo nell’attuale momento cupo dei gialloverdi, che ora hanno l’obbligo di riordinare le idee per provare a riprendere quel cammino interrotto nel corso dell’ultimo periodo.

A sbrogliare la matassa, ci pensa il direttore generale Salvatore Bruno D’Anna che, prima di presentare il neotimoniere dei marcianisani, non si lascia sfuggire l’occasione di ribattere a Sanchez. “Il mister ha dichiarato che non sentiva più la fiducia della società e che, a suo avviso, si era rotto qualcosa nel rapporto con la dirigenza. Io, invece, dico che, fino alla fine, il club è stato vicinissimo a Sanchez . Purtroppo, però, c’è da dire che i risultati sono l’unica cosa inoppugnabile nel calcio, e sotto questo aspetto dobbiamo ammettere che il nostro ultimo mese non è stato molto positivo. Con esclusione della vittoria di Capo d’Orlando, che però non può far storia, abbiamo rimediato appena due punti in cinque partite – rimarca il dirigente del Marcianise -. A questi risultati, ci sono da aggiungere i kappao contro Frattese ed Hinterreggio, al cospetto delle quali credevo che potessimo giocarcela”.

Ma Sanchez ormai è il passato; D’Anna ed il Marcianise guardano al futuro partendo dal nuovo corso targato Caccavo. “Diamo il benvenuto a Gennaro Caccavo, un tecnico in cui crediamo molto, una persona molto preparata e positiva, che darà la scossa necessaria a rimetterci in carreggiata”. Promosso dal settore giovanile alla guida della prima squadra, Caccavo troverà uno staff tecnico non molto dissimile da quello che assisteva Sanchez. “Giovanni Liguori continuerà a rivestire il ruolo di allenatore in seconda – dichiara D’Anna -. Sono felice della sua decisione, perché si tratta di una persona di grande spessore. Ha scelto di proseguire l’avventura in gialloverde anche mister Caropreso, allenatore dei portieri, il quale sarà utilmente al fianco del nostro nuovo allenatore”.

Rimpasto tecnico a cui la società vuol ora far seguire un miglioramento sotto l’aspetto dei risultati, riguardo i quali D’Anna non intende più aspettare. “Ora siamo chiamati ad una sfida difficilissima contro la Tiger, squadra temibile e resa ancor più pericolosa dal fatto che è quasi all’ultima spiaggia. Io, però, sono stufo di sentir parlare di alibi – sbotta il diggì -; troppo spesso si dice che il nostro campo di gioco ci sia sfavorevole, ma ho detto ai ragazzi che non intendo più sentir accampare una scusa simile. Squadre che si allenano sul sintetico sono venute a Marcianise ed hanno portato via tre punti, nonostante le condizioni del manto erboso. Non è possibile che noi, abituati ad allenarci al Progreditur, continuiamo a nasconderci dietro questo alibi. Dobbiamo e possiamo farcela”.

D’Anna è duro e deciso, e mette alla prova la sua squadra. “Dopo l’addio di Sanchez, c’è stato un lungo confronto negli spogliatoi – svela il dirigente dei gialloverdi -. Fondamentalmente, nell’ultimo periodo erano venute un po’ a mancare le motivazioni, ed ora sta ai ragazzi dimostrare che sono ancora vivi, che hanno ancora voglia di lottare da qui alla fine del campionato”.

Categories: SERIE D

About Author