NAPOLI , LE MOSSE DEL MERCATO DI SARRI

NAPOLI , LE MOSSE DEL MERCATO DI SARRI

Napoli, Sarri sarà il nuovo allenatore almeno per la prossima stagione e Guintoli ricoprirà il ruolo di direttore sportivo al posto di Riccardo Bigon che si è accasato al Verona. Entrambi dovrebbero ufficializzati a giorni ma intanto qualcosa, dal punto di vista del calciomercato, si sta cominciando a muovere.
Rispetto al biennio Benitez, il Napoli di Aurelio De Laurentiis cercherà di effettuare scelte oculate e soprattutto sceglierà giocatori che saranno funzionali al progetto tecnico del nuovo allenatore.
L’obiettivo sarà quello comunque di rinforzare la squadra, puntando a ripianare il buco da 20 milioni in bilancio e di abbassare il monte ingaggi.

Per questo motivo, sarà fondamentale prima di tutto cedere i giocatori non utili al progetto Sarri o che hanno maggiore mercato. Uno dei calciatori che ha più mercato è Gonzalo Higuain con Arsenal, Manchester United e Atletico Madrid su tutte anche se c’è da tener d’occhio la Juventus. Dalla cessione del Pipita il Napoli incasserebbe ben 40 milioni, risparmierebbe uno stipendio lordo da 11 milioni all’anno e contabilizzerebbe nel bilancio 2015/16 una plusvalenza di circa 28,9 milioni. Delle quattro squadre, quasi sicuramente il patron del Napoli, Aurelio De Laurentiis, non intavolerebbe una trattativa proprio con la Juventus per una questione di piazza a meno che non arrivi un’offerta di 30-35 milioni più Berardi e Rugani ma al momento il vero e reale interesse l’hanno mostrato soltanto i club stranieri. Chi quasi sicuramente potrebbe partire è Callejon, che potrebbe andare all’Atletico Madrid per una cifra intorno ai 20/25 milioni ed Albiol, che ha ricevuto dei sondaggi dal Valencia. Con la cessioni di questi ultimi due calciatori, il Napoli potrebbe ritrovarsi in cassa circa 32 milioni di euro e vedersi abbassare il monte ingaggio di ben 4,6 milioni netti a stagione.
In uscita ci sono giocatori come Colombo, Mesto e Michu in scadenza di contratto. A questi vanno aggiunti anche quei giocatori come Britos, Gargano e Inler, con scadenza contrattuale datata 2016 che sembrerebbero non rientrare più nei piani né della società né di Sarri. A questi, andrebbe aggiunto anche Henrique che avrebbe chiaramente espresso il desiderio di lasciare Napoli per ritornare in Brasile. Da queste quattro cessioni, il club partenopeo potrebbe ottenere circa 23 milioni di euro e, insieme alla partenza dei tre calciatori in scadenza di contratto, abbassare il monte ingaggi di 7,6 milioni netti.
Con tanti giocatori in partenza, altrettanti dovrebbero esserne in arrivo. Invece finora è trapelato poco. Secondo le ultime indiscrezioni raccolte da noi di C&F, il Napoli vorrebbe accontentare Sarri prendendo due giocatori dall’Empoli: Valdifiori e Saponara. Per il primo, la trattativa si potrebbe chiudere con una cifra intorno ai 7 milioni, ammesso che il Torino non riesca ad arrivare prima sul calciatore. Per l’ex Milan invece, riscattato dall’Empoli per 4 milioni, potrebbe esser utile un’offerta intorno ai 6 milioni per intavolare una trattativa. Si è fatta anche l’ipotesi Tonelli e Rugani ma al momento non giungono conferme dall’entourage partenopeo. Per rinforzare ulteriormente la difesa e trovare un degno sostituto di Maggio, il club partenopeo potrebbe puntare su Davide Zappacosta dell’Atalanta che, secondo le valutazioni di Transfertmarkt, il suo cartellino vale circa 4,5 milioni di euro.Oltre ai giovani italiani, il club di De Laurentiis sembrerebbe interessato a due giovani stranieri: il centrocampista mancino Federico Mancuello, classe ’89, dell’Independiente, ed il giovane trequartista mancino Franco Cervi, classe ’94, del Rosario Central. Sono entrambi comunitari e sono stati a lungo seguiti dal Napoli.Dunque, nonostante manchi ancora l’ufficialità per tecnico e direttore sportivo, sembrerebbe che il Napoli si stia muovendo per consentire a Sarri di avere sin dai primi giorni di ritiro una squadra quasi completa.

Categories: CALCIO, SERIE A
Tags: mercao, napoli, sarri

About Author