NAPOLISSIMO GRANDE POKER 

NAPOLISSIMO GRANDE POKER 

Nella prima partita casalinga di Champions League, il Napoli di Maurizio Sarri cala il poker contro un Benfica mai domo. Azzurri che dopo il vantaggio nel primo tempo con Hamsik, trovano in soli 10 minuti ben tre reti con Mertens – doppietta per il belga – e Milik, prima che Guendes prima e Salvio poi accorcino le distanze.LA CRONACA – Partenza sprint per gli azzurri di Sarri che dopo 18 secondi ci provano con Milik, ma la conclusione del polacco su lancio di Ghoulam è debole. Il Napoli gestisce il pallone, ma il Benfica attende e sfiora il vantaggio al 5′ quando Semedo mette un pallone toccato da Reina: il pallone vaga in area ma Allan è bravo ad allontanare il pericolo. Portoghesi ancora pericolosi questa volta con Mitoglou: pallone di Grimaldo per il greco che gira in porta, ma l’estremo difensore dei partenopei è attendo salvando il risultato. Nell’occasione si fa male Raul Albiol, che lascia il campo per l’ex Torino Maksimovic. Il Benfica sfrutta il momento e mette il Napoli alle corde che però al 20′ fa esplodere il San Paolo con Hamsik: dopo il salvataggio sulla linea di Grimaldo su Callejon, sugli sviluppi dell’angolo Ghoulam trova il capitano che con un perfetto colpo di testa batte Julio Cesar. Forte del vantaggio, il Napoli lascia il possesso palla agli avversari aspettando l’occasione giusta per colpire con in occasione del 30′ quando Milik non trova la deviazione sulla punizione rasoterra battuta da Mertens. Azzurri che gestiscono bene il gioco, provando anche a trovare il 2-0 che però si ferma sulla difesa del Benfica. Nella ripresa Napoli che parte bene sin dalle prime battute, rischiando davvero poco. Partenopei che spingono e trovano il raddoppio al 51′ con Mertens: il belga dopo essersi procurato il fallo a limite dell’area, trasforma una punizione perfetta. Nemmeno un minuto di gioco che i partenopei trovano un calcio di rigore per fallo di Julio Cesar su Callejon: sul dischetto va Milik che batte il portiere ex Inter. Il Benfica è tramortito e dopo quattro minuti subisce anche lil poker dal Napoli ancora con uno scatenato Mertens (58′): cross di Callejon, Julio Cesar buca il pallone che viene toccato da Milik, sulla sfera si avventa il belga che insacca a porta vuota. Black out dei lusitani che rischiano di subire anche il 5-0 al 61′ quando Ghoulam trova Mertens che supera un difensore con un sombrero e prova la conclusione stoppata da Julio Cesar, pallone che finisce sui piedi di Milik che però spara alto. Napoli che gestisce bene il pallone ma che si fa sorprendere al 71′ quando Jorginho scarica indietro per Maksimovic, ma Guedes è più veloce e dopo aver superato il centrale difensivo supera anche Reina, scaricando a porta vuota il suo destro. Sarri striglia la sua squadra invitandola a maggiore concentrazione e gli azzurri ascoltano il proprio allenatore, tenendo lontana la squadra lusitana dalla porta di Reina. Attenzione che però cala all’86’ quando Gomes trova perfettamente in area Salvio che da due passi supera Reina, facendo imbizzarrire Sarri in panchina. Il Benfica ci crede e continua a pressare il Napoli che si salva in ogni modo.
IL TABELLINO DELLA PARTITA:
NAPOLI (4-3-3): Reina 7; Hysaj 6,5, Albiol s.v (dall’11’ Maksimovic 6,5), Koulibaly 6,5, Ghoulam 7; Allan 7, Jorginho 6, Hamsik 7; Callejon 6,5 (dal 69′ Insigne), Milik 6,5, Mertens 8 (dall’82’ Giaccherini). Allenatore: Sarri
BENFICA (4-2-3-1): J. Cesar 4; Semedo 6, Lindelof 6, Lisandro 6, Grimaldo 5; Fejsa 6 (dall’82’ Gomes), Almeida 5,5; Horta 5 (dal 56′ Salvio 5), Pizzi 5, Carrillo 5 (dal 67′ Guendes 6,5); Mitroglou 5. Allenatore: Rui Vitoria
Arbitro: Brych (GER)
Marcatori: Hamsik (N, 20′), Mertens (N, 51′ e 57′), Milik (N, 54′), Guedes (B, 71′)
Ammoniti: L.Lopez (B, 50′), Julio Cesar (B, 54′), Carrillo (B, 65′), Fejsa (B, 77′), Reina (N, 88′)
Espulsi:
IL MIGLIORE DELLA PARTITA – Mertens 8 – Dopo un primo tempo un po’ sotto tono, il belga cambia faccia nel secondo regalando giocate pericolose, ma soprattutto trovando due reti che regalano un successo largo alla squadra azzurra.
IL PEGGIORE DELLA PARTITA – Julio Cesar 4 – L’ex portiere dell’Inter non vive la sua miglior serata visto che già nel primo tempo si lascia trafiggere da Hamsik. Nella ripresa prima l’errore sulla punizione di Mertens, poi le uscite a vuoto su Callejon e Milik sanciscono la sconfitta per la squadra lusitana.

Categories: CALCIO INTERNAZIONALE

About Author