OLIVIERI TROPPI DANNI PER RIUSCIRE A SOPRAVVIVERE ORA VIA DA AGROPOLI

OLIVIERI TROPPI DANNI PER RIUSCIRE A SOPRAVVIVERE ORA VIA DA AGROPOLI

L’epilogo era scontato con un allenatore del genere.Longo che dovrebbe pensare solo a fare l’allenatore e non a sistemare allenatori con la scelta di Olivieri ha fallito amaramente condannando l’Agropoli a un altro anno di eccellenza.Olivieri ha dimostrato ancora una volta tutta la sua pochezza tattica e i danni fatti sono davvero troppi quindi che non si parlasse di riconferma per questo scadente allenatore pugliese che è riuscito con le sue scelte cervellotiche a distruggere un giocattolo collaudato.La prova imbarazzante offerta dall’Agropoli a Castrovillari è l’ennesima dimostrazione che la scelta di Olivieri o meglio dire il “suggerimento” fatto da Longo si è dimostrato infelice.Nonostante l’affiancamento di un allenatore in seconda(Ferullo) che fungesse da collante proprio tra Olivieri e Longo,con quest’ultimo a giostrare dietro le quinte,i risultati sia finali che di gioco sono scadenti e sotto gli occhi di tutti con un fallimento clamoroso se paragonato ai calciatori in rosa e le cifre spese in questa stagione.L’Agropoli ha pagato la presunzione di chi sia in panchina che dietro le quinte ha guidato questa squadra facendo terra bruciata a chi non facesse parte del loro roster e per terra bruciata intendiamo sia in campo che fuori.Gli esempi di Landolfi e D’Attilio su tutti, De Rosa e per un determinato periodo anche Capozzoli(anche se è lui la rovina dell’Agropoli),sono l’emblema di ciò che scriviamo e denunciamo da tempo ma qualcuno fa orecchie da mercante.Anche i divorzi con De Cesare e Grillo se contestualizzati fanno parte di un disegno ben definito che ha portato l’Agropoli alla sconfitta indipendentemente da meriti e demeriti. La cupola Longo che denunciamo da tempo ha relegato l’Agropoli all’eccellenza e Olivieri che ne fa parte è solo uno dei tasselli mossi durante l’anno.Adesso è giunta l’ora di cambiare aria dando una sterzata netta con il passato non facendosi più abbindolare da chiacchiere e buoni oratori che non hanno mai vinto nulla in carriera. La sconfitta di ieri è un occasione ghiotta per staccarsi una volta per tutte da determinati giri rifondando dalle ceneri e questo vale anche per i calciatori. Capozzoli dopo aver spedito l’Agropoli in eccellenza è riuscito a farla rimanere quindi nonostante le statistiche di cui si vanta il campo parla di un perdente.Altri calciatori nello stesso girone dell’Agropoli hanno collezionato più gol e assist dell’ex fantasista di Aquara diventato negli anni il re del padrone è sotto(a suon di birre) ma si è bravi a evidenziare solo quello che fa più comodo.Noi però a differenza di scendiletti prezzolati e avvocaticchi falliti e in preda al gioco d’azzardo gente brava solo a mandare lettere al miele agli organi di stampa siamo sempre per la verità e il giusto ordine di cose perchè sull’Agropoli non speculiamo e non abbiamo bisogno di 4 mi piace sui social per affermare la verità. Ora il circo è finito andate tutti a casa.Sergio Vessicchio

Categories: DILETTANTI, ECCELLENZA

About Author