PICCIOLA SQUALIFICATO L’ALLENATORE MALANDRINO PER I FATTI DI PALMA CAMPANIA ANNUNCIA IL RICORSO

PICCIOLA SQUALIFICATO L’ALLENATORE MALANDRINO PER I FATTI DI PALMA CAMPANIA ANNUNCIA IL RICORSO

ll Consigliere Comunale Giuseppe Malandrino, allenatore dell’Asd Picciola squalificato dal giudice sportivo fino al 2 maggio del 2018 a seguito della rissa tra tesserati scoppiata sabato scorso al termine della partita del campionato di Eccellenza a Palma Campania ha emanato un comunicato stampa nel quale spiga le sue ragione e come sono andati i fatti.Questo il testo del comunicato:

Sono totalmente estraneo ai fatti che mi vengono contestati e pronto a rimettere nelle mani del Sindaco Ernesto Sica la delega allo Sport fino a quando non sarà fatta piena luce sull’intera vicenda.Da parte mia non vi è stato alcun atto violento. Anzi sono intervenuto solo per dividere e difendere un nostro dirigente che veniva aggredito da alcune persone della compagine di casa. Sono estremamente rammaricato dalla ricostruzione dei fatti e dalle notizie emerse in queste ore che non corrispondono assolutamente alla realtà. Lo ripeto ancora una volta: non ho aggredito né tentato di aggredire nessuno. Io, insieme alla mia società, allo staff tecnico e ai miei calciatori, siamo la parte lesa in questa vicenda e pretendiamo chiarezza. Presenterò ricorso e mi tutelerò nelle sedi opportune”.

“Allo stesso tempo – aggiunge il Consigliere Malandrino – per il rispetto che nutro verso le istituzioni, ritengo sia doveroso un confronto con il Primo Cittadino Ernesto Sica in quanto sono pronto a rimettere subito la mia delega in attesa di dimostrare la mia totale innocenza. Sono un uomo di sport da tantissimi anni e il mio impegno quotidiano, come molti sanno, si è sempre contraddistinto per correttezza, serietà e lealtà. Non posso accettare che la mia reputazione e la mia dignità di uomo, sportivo, politico e rappresentante istituzionale vengano messe in discussione”.

Categories: DILETTANTI, ECCELLENZA

About Author