PICERNO PER DE PASCALE I NUMERI PARLANO CHIARO PER LA CAVA DURO IL LAVORO DI RECUPERO

PICERNO PER DE PASCALE I NUMERI PARLANO CHIARO PER LA CAVA DURO IL LAVORO DI RECUPERO

Lavora sotto traccia l’ex tecnico del Picerno Maurizio De Pascale per riprendersi la panchina dalla quale era stato esonerato due settimane fa. Il tecnico ebolitano domenica era in tribuna ad assistere al match interno del Picerno contro il Virtus Francavilla, una delle squadre favorite al salto nei professionisti. Un gesto poco elegante nei confronti della piazza, della dirigenza, e del nuovo collega allenatore da poco subentrato. Ma voci provenienti dall’ambiente picernese addirittura darebbero i giocatori del Picerno remare contro il nuovo allenatore proprio per favorire un ritorno di De Pascale. Se così fosse, ma notizia da appurare, sarebbe di una gravità inaudita nei confronti della piazza stessa, dei tifosi, e della dirigenza che ha accontentato De Pascale sia sul mercato che in termini organizzativi senza fargli mai mancare nulla. Nonostante il dissenso di quest’ultimo sul proprio sollevamento dall’incarico i numeri per De Pascale parlano chiaro e sono impietosi: 5 punti conquistati in campionato in ben 11 giornate (di cui 1 revocato per la sconfitta a tavolino con il Francavilla) e ultimo posto in classifica. Se paragoniamo la classifica del Picerno con quella della Vigor Lamezia, compagine partecipante nell’altro girone siciliano anch’essa a quota 4 punti, ci si può rendere conto che forse la dirigenza lucana non poteva fare altrimenti. La Vigor Lamezia però a differenza del Picerno presenta qualche attenuante di non poco conto, ovvero quella di aver schierato in campo per 9/10 giornate sempre la formazione juniores e senza usufruire di un mercato costantemente attivo in entrata oltre ad un perenne caos organizzativo dirigenziale. Difficoltà che persistono anche tutt’ora. Gli ingaggi in corsa dei vari Milicevic, Ragosta, Garofalo, Cozzolino, Petrarca, Benci, Li Muli, Casimirri, Sabbato, lasciano poche responsabilità alla dirigenza, resasi disponibile ad accontentare De Pascale, e che già in estate aveva fornito all’allenatore giocatori importanti per la categoria come i vari Itri, Giraldi, Tarascio, ecc.. oltre ad intervenire anche sul ruolo del preparatore atletico sostituendolo dopo la sconfitta di Fondi. Sarà stato solo un volantino la ragione della scelta del Picerno come asserito dall’ex allenatore?. Sante Di Spirito

Categories: SERIE D

About Author