POGBA SUL BARCELLONA: “SOLO VOCI, SOLO IO SO COSA CI SIAMO DETTI CON LA SOCIETA’ “

POGBA SUL BARCELLONA: “SOLO VOCI, SOLO IO SO COSA CI SIAMO DETTI CON LA SOCIETA’ “

Dopo tanto parlare di lui e del suo futuro, Paul Pogba ha voluto prendere in mano la situazione ed esprimersi in prima persona sui rumors che lo stanno vedendo protagonista. “Sono importanti, ma sono solo voci – esordisce il centrocampista francese in un’intervista al magazine Soccer 360 -. Ho sentito dire che un giorno sono del Barça, un altro del Psg, ma la verità è che nessuno ascolta le conversazioni private che ho con il mio agente, la mia famiglia, e la Juventus. I rumors ci saranno sempre nel calcio…“. Se continua ad essere criptico sul suo futuro, Pogba ha invece le idee molto chiare su quello che lo attende nella prossima stagione. “Voglio vincere trofei – dice senza mezzi termini -. Quest’anno ne ho vinti due, ma la fame non è passata: ne voglio molti altri“. C’è un episodio particolare, però, che è rimasto nella testa di Pogba, dopo la scorsa stagione: le lacrime di Pirlo al termine della finale di Champions League contro il Barcellona. “È stato molto emozionante – ammette -. Andrea ha vinto tutto, ma era così deluso dall’aver mancato al Champions con la Juventus. Sarebbe stato fantastico per lui e per il club, ma è andata male“. La chiusura della lunga chiacchierata del centrocampista francese con Soccer 360 è dedicata alla Nazionale: l’anno prossimo, infatti, il suo paese ospiterà gli Europei. “Voglio diventare il miglior centrocampista al mondo e una pedina fondamentale per i Bleus“, conclude.

MAROTTA — Nel frattempo, l’amministratore delegato bianconero, Beppe Marotta ha provato a blindare Pogba ancor più di quanto avesse fatto dopo l’incontro con i dirigenti del Barcellona, avvenuto in settimana. “In questo momento siamo sereni nel respingere qualunque tipo di offerta“, ha detto in una intervista concessa a Radio Sportiva, rispondendo ad una domanda sulla possibilità di poter resistere a proposte superiori agli 80 milioni blaugrana. Poi, il dirigente della Juventus ha respinto le voci che vorrebbero i bianconeri dietro la “guerra mediatica” che si è scatenata tra la Fiorentina e Mohamed Salah. “Non siamo in mezzo a questa vicenda – ha garantito -. Non mi meraviglia, comunque, perché anche in passato sono capitate situazioni particolari come queste. Sinceramente, mi auguro che prevalga il buonsenso“.
Gasport 
Categories: CALCIOMERCATO, SERIE A

About Author