RISSA PRIMA DI BOLOGNA-SPEZIA GLI ULTRAS SI PRENDONO A SPRANGATE

RISSA PRIMA DI BOLOGNA-SPEZIA GLI ULTRAS SI PRENDONO A SPRANGATE

CASTELROTTO (BOLZANO)  – Attimi di paura oggi a Castelrotto, in provincia di Bolzano, dove il Bologna è in ritiro per la prossima stagione di Serie A. Nel pomeriggio i rossoblù sono scesi in campo contro lo Spezia (perdendo 2-1), ma gli ultrà delle due squadre – quasi una ventina di persone per tifoseria – si sono picchiati violentemente prima dell’inizio della gara: 15 minuti di botte, con i sostenitori che si son presi a bastonate e si sono lanciati persino i giocattoli dei bambini (presenti perché l’episodio si è verificato in una zona compresa tra il campo sportivo e il Fan village, un’attrezzatura pensata appositamente per i piccoli tifosi). Sono volati anche dei sassi.

Doveva essere un tranquillo pomeriggio di calcio, anche se è risaputo che tra le due tifoserie non scorre buon sangue. All’improvviso, prima dell’inizio del match, una quindicina di tifosi rossoblù han provato a entrare al campo senza pagare il biglietto. Gli ultrà hanno sfondato i cancelli entrando subito in contatto con quelli liguri. Si è scatenata una violenta rissa, con lanci di sassi e bastoni. Una decina di carabinieri, presi alla sprovvista, a fatica (e subendo a loro volta delle botte) ha cercato di riportare la situazione alla normalità, allontanando i tifosi del Bologna. Un sostenitore ligure è stato ferito alla testa e curato dal medico del Bologna calcio.Per la cronaca, la partita in campo è stata vinta dallo Spezia per 2-1. Una INCIDENTI BOLOGNA SPEZIA 1match nel quale la squadra di Rossi dopo aver sentito la pesantezza nelle gambe nei primi venti minuti è riuscita a costruire qualcosa di più rispetto ai primi due appuntamenti. I rossoblù sono andati in vantaggio al 10’ con il difensore Rossettini. Poi nella ripresa, in soli tre minuti, i liguri hanno prima trovato il pareggio con Rossi al 22’, poi sono andati in vantaggio con Brezovec al 25’. Il pre match, però, è stato caratterizzato da incidenti tra tifosi. Una decina di tifosi del Bologna sono voluti entrare nel campo di allenamento di Castelrotto senza biglietto e sono venuti a contatto con altrettanti tifosi dello Spezia. Sono volati sassi e bastoni, il tutto davanti ai bambini del vicino fan club, la struttura creata dal Bologna per le famiglie. Tanta paura, un ferito tra i tifosi liguri medicato dal medico del Bologna e pure tra le forze dell’ordine. Una decina di poliziotti sono intervenuti separando le due tifoserie e pure il Club manager del Bologna Marco Di Vaio è stato tra i primi a cercare di sedare almeno i tifosi rossoblù

Calcio, caos prima di Bologna-Spezia: botte tra ultrà davanti ai bambini

Categories: SERIE A

About Author