SALERNITANA CALIL SEGNA COME AL SOLITO NEI MINUTI FINALE PER MENICHINI PANCHINA SALVA

SALERNITANA CALIL SEGNA COME AL SOLITO NEI MINUTI FINALE PER MENICHINI PANCHINA SALVA

Torna a sorridere la Salernitana che scaccia i fantasmi vincendo in extremis all’Arechi il match contro il Martina Franca grazie ad una prodezza siglata all’ultimo giro di lancette da Caetano Calil. Una rete che arriva al culmine di una partita sofferta e giocata all’attacco nellaquale i granata sembravano non riuscire a sbloccare il risultato dopo aver colpito due traverse e sprecato numerose occasioni da gol. Il brasiliano ha preso per mano la Salernitana facendo esplodere l’Arechi e riportando in corsa la compagine di Menichini che con questa vittoria si riporta a -2 dalla capolista Benevento (46 pt.) creando un vuoto alle sue spalle (Juve Stabia 39 punti, Casertana 38).

La Salernitana in campo con il 4-2-3-1: un modulo molto elastico pronto a trasformarsi all’occorrenza in 4-4-1-1 ma comunque a trazione anteriore dove sarà determinante il lavoro degli esterni. Il grande escluso dall’undici titolare è Bovo. In difesa dinanzi a Gori forfait di Trevisan e conferma di Bocchetti che affianca Lanzaro con Tuia e Colombo sugli esterni. Con l’ex empolese Moro a centrocampo ci sarà Favasuli.E’ un Martina rimaneggiato invece e soprattutto senza attaccanti quello di scena all’Arechi. L’ex di turno Montalto è squalificato, così come Patti. Tomi e Leto agiranno in avanti. Gli infortunati sono Magrassi, Caruso e De Giorgi. Gara proibitiva per i ragazzi di Ciullo che punta sul solo Arcidiacono come trequartista offensivo. Tra l’altro Arcidiacono è seguito da molti club e potrebbe, per lui essere anche l’ultima partita con il Martina. Nonostante l’orario insolito e la giornata piovosa una buona cornice di pubblico (circa 7mila e 200 persone) si presenta alle 18.00 agli occhi del direttore di gara Balice di Termoli che dà il via alle ostilità.

LA PARTITA. Salernitana che parte attaccando sotto la Curva Nord e che tiene bene il pallino del gioco. La prima sortita offensiva è di Moro che tenta una conclusione dal limite ma non colpisce bene il pallone. Al 7’ spunto brasiliano di Gabionetta che va via sul fondo, entra in area e serve Calil che manca il giusto impatto con la palla. La pressione dei granata inizia ad aumentare ed ancora dalla distanza è Favasuli a cercare il jolly ma il diagonale non trova la porta. Dopo appena 10 minuti di gioco Menichini deve effettuare la prima sostituzione: dentro Bianchi per Tuia vittima di un risentimento muscolare.

A cavallo del 17esimo Calil prima si procura un corner con un tiro deviato e poi sugli sviluppi di testa non imprime la giusta forza al pallone consentendo al portiere di bloccare. Il Martina cerca di pungere in contropiede soprattutto con Arcidiacono ma la difesa granata fa sempre buona guardia. La Salernitana prova a lavorare sui “fianchi” dell’avversario cercando spesso la sortita offensiva sulla sinistra con la coppia Bocchetti-Gabionetta e sull’ennesimo cross, Nalini in area viene spinto alle spalle. I granata invocano il rigore ma l’arbitro lascia proseguire.

SALERNITANA MARTINA BOCCHETTI

Al 25esimo la Salernitana sfiora il vantaggio: ancora uno scambio sulla sinistra tra Gabionetta e Bocchetti, cross perfetto dell’ex Paganese sul quale si avventa Nalini che di testa colpisce il legno. Un minuto dopo è ancora Gabionetta a provarci dal limite ma il fendente finisce a lato. La spinta dei granata si affievolisce ed i pugliesi prendono coraggio alzando il pressing e costringendo la Salernitana ad arretrare. Menichini prova a confondere gli avversari scambiando sugli esterni le posizioni di Gabionetta e Nalini ma la sostanza non cambia. La prima frazione scivola via senza ulteriori sussulti.

SECONDO TEMPO. La ripresa si apre con gli stessi undici in campo Subito Salernitana che crea due occasioni gol in 60 secondi: prima c’è una propositiva incursione in area di Bocchetti sul quale esce in extremis Bleve rifugiandosi in angolo. Poi Calil servito nell’ara piccola da Gabionetta alza troppo la mira a porta spalancata. La risposta degli ospiti è affidata sempre ad Arcidiacono che impegna Gori con un diagonale da posizione defilata.

Al 10 Salernitana troppo leziosa che non sfrutta una buona occasione con Calil che fa da sponda per Favasuli il quale non riesce a girare in porta all’altezza del dischetto. Due minuti più tardi Menichini richiama in pancina Moro che non ha i 90 minuti nella gambe ed inserisce Bovo per dare maggior verve alla spinta offensiva. Comincia a salire in cattedra Nalini sulla destra ed al quarto d’ora da un suo traversone Calil impegna Bleve con una bella girata di testa. Il Martina si rintana nella sua metà campo ed inizia il forcing granata che conquista una serie importante di calci d’angolo.

SALERNITANA MARTINA 4Al 22’ episodio dubbio in area di rigore del Martina: Calil lanciato in profondità cerca di calciare ma viene trattenuto vistosamente. Per l’arbitro non ci sono gli estremi per il rigore scatenando le proteste dei calciatori granata. Al 26esimo occasione gol sui piedi di Gabionetta: Mendicino trova di sponda il brasiliano che conclude di tacco ma Bleve si supera bloccando a terra. Alla mezzora Menichini si gioca l’ultimo cambio richiamando Bocchetti ed inserendo l’esterno Franco per dare ulteriore spinta sulle fasce. Salernitana a trazione anteriore ed al 33esimo prima Calil da posizione ottimale apre troppo il destro non trovando la porta, poi Nalini calcia a fil di palo a con Bleve battuto.

Porta stregata per la Salernitana che, sfortunata, al 36esimo colpisce la traversa con un colpo di testa di Franco servito in area sugli sviluppi di una punizione. L’assedio granata continua sul finire di partita: Bleve si supera ancora due volte prima su un diagonale di Calil dal limite poi su una conclusione da pochi passi di Nalini. Al 44esimo la Salernitana sblocca il risultato trovando il gol dell’1-0. Risolve tutto Caetano Calil che parte dall’esterno, si accentra e trova il gol con un tiro che non lascia scampo a Bleve. Esplode l’Arechi ed è festa grande anche sulla panchina granata. Nei 4 minuti di recupero il Martina reagisce e la Salernitana rischia due volte la beffa: prima con Arcidiacono poi con un tiro da fuori area di De Risio sul quale è attento Gori che blocca a terra salvando il vantaggio. Il fischio finale è una liberazione e consente ai granata di fare festa grande e di ritrovare un successo che mancava da troppo tempo.

TABELLINO: SALERNITANA-MARTINA FRANCA 1-0

SALERNITANA (4-2-3-1): Gori; Colombo, Lanzaro, Tuia (11’st Bianchi), Bocchetti (31’st Franco); Moro (13’st Bovo), Favasuli; Nalini, Calil, Gabionetta; Mendicino.

A disposizione: Russo, Pezzella, Negro, Grillo.

Allenatore: Menichini

MARTINA FRANCA (4-4-1-1): Bleve;  Kalombo, Samnick, Fabiano, Memolla; De Lucia, De Risio, Diop (46’st Calvetti), Tomi; Leto (35’st Brunetti); Arcidiacono.

A disposizione: Modesti, Buccolieri, Macchia, Curri, Cassano.

Allenatore: Ciullo

Arbitro: Balice di Termoli (Stazi/Pellegrino)

NOTE. Marcatore: 44’st Calil. Ammoniti: Bianchi, Moro (S), Diop, Memolla, Brunetti (M).Angoli: 13-2. Recuperi: 2’pt; 5’st.

Spettatori totali: 7116. Serata piovosa, campo in discrete condizioni nonostante tutto.

– See more at: http://www.sportforever.it/calcio-lega-pro/la-salernitana-vince-zona-mancosu-ma-non-convince-la-panchina-di-menichini-traballa/#sthash.4WGYkD97.dpuf

Categories: LEGA PRO

About Author