SALERNITANA, INIZIATE LE GRANDI MANOVRE PER LA SERIE B. ECCO LE ULTIME INDISCREZIONI

SALERNITANA, INIZIATE LE GRANDI MANOVRE PER LA SERIE B. ECCO LE ULTIME INDISCREZIONI

Lotito lo aveva promesso a chiare lettere: “Portateci in serie B e nessuno si muoverà da qui”. Ecco il vero premio promozione che la Salernitana elargirà ai giocatori, oltre al benefit economico (300mila euro) stabilito a Pasqua e che sarà diviso equamente per tutti. I lavori per il campionato cadetto, in casa granata, sono già in pieno fermento, sia dal punto di vista tecnico che societario, quello fondamentale. Tanto per cominciare, la spinosa questione relativa ai rinnovi contrattuali. Il primo a restare sarà certamente Fabiani, confermatissimo dal presidente Mezzaroma, che dovrebbe essere promosso Direttore Generale; Bianchi prenderà il posto di Avallone, destinato a diventare Direttore Sportivo, mentre Lanzillo entrerebbe come Responsabile del settore giovanile. Per quel che riguarda i calciatori, nei prossimi giorni passeranno in sede Favasuli, Pestrin, Tuia e, dopo il riscatto già stabilito con il Perugia, Franco. Nalini, per restare a Salerno, riceverà un sostanzioso adeguamento dello stipendio, mentre sarà rinviato il discorso per Calil, il cui accordo scade nel 2016. Se ne parlerà più in là. Il progetto di Fabiani è quello di partire sostanzialmente dal blocco che ha conquistato la promozione, ricalcando un pò quello che ha fatto il Frosinone quest’anno, più qualche innesto under (per le regole imposte dalla Lega di B) ed alcuni elementi di spessore e qualità, necessari per affrontare un campionato lungo e duro come quello cadetto. Oltre ai sopracitati, resteranno di sicuro anche Colombo, Lanzaro, Moro e Bovo, tutti con clausola automatica di rinnovo. In bilico Perrulli, Trevisan e Mendicino (anche se hanno un altro anno di contratto), mentre sono ancora da valutare le posizioni di Cristea e soprattutto quelle di Gabionetta e Negro: per questi ultimi due bisogna ancora parlare con Parma e Latina. Veniamo così ai possibili volti nuovi. Siamo ancora alle ipotesi e alle suggestioni, ma qualche discorso si sta già iniziando ad impostare seriamente. Per ciò che concerne gli under, bisogna prenderli dal ’94 in poi e si può pescare tranquillamente dal cospicuo bacino laziale. Il primo nome è quello di Minala, classe 1996, quest’anno in prestito al Bari: sarà sicuramente granata. Dal club pugliese arriverà anche Filippini (1995), terzino sinistro. Un altro under potrebbe essere Crecco (pure lui 1995), che sta facendo bene con la maglia della Ternana. I tifosi, però, sono curiosi di conoscere i possibili innesti di spessore, quelli che fanno sognare. Negli ultimi giorni si è parlato dell’interessamento per Raffaele Palladino (si tratterebbe di un gradito ritorno all’Arechi), ma a Lotito e Fabiani piace anche l’ariete albanese Cani, che il Catania quest’anno ha dato in prestito al Leeds. La costruzione della rosa per la serie B, però, non può prescindere dal parere dell’allenatore, che quasi certamente non sarà Menichini. Il tecnico, nonostante la clausola di rinnovo, verrà sostituito, con grande soddisfazione della piazza che non lo ha mai amato fino in fondo. La panchina granata è parecchio ambita e i nomi che circolano sono tanti. L’ultimo, in ordine di tempo, è quello di Carmine Gautieri. E Delio Rossi? Per ora il suo ritorno è solo una suggestione. Ma siamo solo all’inizio delle grandi manovre. La storia della Salernitana è ancora tutta da scrivere.

Categories: LEGA PRO, SERIE B

About Author