SALERNITANA: «L’ARECHI? UNO SCEMPIO» L’ALLARME DELL’ESPERTO DELLA LEGA

SALERNITANA: «L’ARECHI? UNO SCEMPIO» L’ALLARME DELL’ESPERTO DELLA LEGA

«Pochi giorni prima della gara di Coppa con l’Alessandria sono stato allo stadio ed ho visto un vero e proprio scempio, direi anche peggio della scorsa estate. Purtroppo devo dire che c’è stata molta superficialità nella gestione, in parole povere una ingiustificabile scarsa attenzione». A dirlo Giovanni Castelli agronomo della Lega di serie A e serie B che da un anno a questa parte sta gestendo in prima persona la questione Arechi. Parole forti pubblicate dal quotidiano Il Mattino oggi in edicola e che riaccendono la polemica sul concerto di Tiziano Ferro del 12 luglio scorso. «Eravamo stati chiari con chi di dovere – dice il dottor Castelli -, bisognava coprire il manto un giorno prima dell’evento e scoprirlo il giorno dopo la conclusione dello stesso. Ed invece è accaduto l’esatto contrario, l’erba dell’Arechi è stata coperta per più di una settimana. Non è possibile commettere questo tipo di leggerezze – prosegue –non è possibile consentire questo tipo di organizzazione in occasione dei concerti. Di recente anche al San Paolo di Napoli è andato in scena un evento simile, ma non sono stati commessi gli stessi errori ed i danni così sono stati quasi minimi o addirittura nulli. Naturalmente la vittima di tutto questo è la Salernitana che deve fare i conti con un terreno di gioco in pessime condizioni, e poi ovviamente anche lo spettacolo calcistico ed il prodotto televisivo».

Categories: SERIE B

About Author